Header Ads

Calciomercato: saldo negativo per la Serie A Tim di 80 milioni. La Juventus il club che ha speso di più.

Nella sessione estiva di calciomercato 2015/16 la Serie A Tim ha fatto registrare un saldo negativo per 79,77 milioni di euro (+143% rispetto il 2014/15).
Il totale speso è stato pari a 570,70 milioni di euro a fronte di 490,93 milioni di euro di entrate.

Lo rileva il Report n. 10/2015 elaborato da Osservatorio Calcio Italiano (www.osservatoriocalcioitaliano.it) sulla base dei dati disponibili sul portale Transfermarkt.it (http://www.transfermarkt.it/).

Rispetto agli altri campionati di calcio europei, la Serie A si posiziona al terzo posto per spesa effettuata, dietro alla Liga spagnola con 571,55 milioni di euro ed alla Premier League inglese con 1,04 miliardi di euro.

La Bundesliga ha speso invece 411,43 milioni di euro facendo però registrare un saldo positivo di +67,62 milioni.
La spesa della Ligue 1 invece ammonta a 303,05 milioni con saldo in positivo di +47,90 milioni.

La Juventus è stata, nel campionato italiano, il club che ha speso di più con 127,40 milioni di euro a fronte di 122 milioni in entrata. Seguono nell’ordine il Milan (90,97 mln €, a fronte di 62 movimenti in entrata) e l’Inter (88,70 mln €, a fronte di 85 movimenti in entrata). Eccezion fatta per i nerazzurri (+1,72 mln € conseguenti 90,42 mln € in entrata), sia i rossoneri (-81,32 mln €) che i bianconeri (-51,90 mln €) concludono la sessione estiva con un saldo in negativo.

L'Udinese ha fatto registrare il miglior saldo con un incremento pari a 40,30 mln € (5,70 mln € in uscita, 46,00 mln € in entrata). Segue la Roma con un incremento di 32,40 mln € (39,35 mln € in uscita, 71,75 mln € in entrata). Terzo miglior saldo per il Palermo (31,60 mln €, a fronte di 8,90 mln € spese e 40,50 mln € in entrate).

Nessun commento