Header Ads

Il Memorial Scirea apre al calcio femminile e premia la Lega Pro per il progetto sociale "Tappe del cuore"

Calcio, sociale, giovani e donne in campo. Sono questi gli ingredienti dell'edizione n. 26 del Memorial Scirea, in corso in questi giorni. E' una manifestazione sportiva dedicata ai settori giovanili delle società professionistiche, riservato alla categoria “Giovanissimi” (under 14 anni, nati nel 2001).

L'evento, organizzato dal Gruppo Sportivo Serenissima che si svolge a Cinisello Balsamo, è dedicato a Gaetano Scirea che ha cominciato a tirare i primi calci al pallone proprio con la maglietta della Serenissima di Cinisello.
Legato alla competizione calcistica, è il premio "Carriera esemplare Gaetano Scirea", istituito dall’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana), assegnato ai calciatori del campionato italiano di serie A, che hanno compiuto 34 anni e sono ancora in attività.

Lo hanno ritirato campioni come Baresi, Maldini, Costacurta, Inzaghi, Bergomi, Zanetti, Zola, Baggio, Ferrara, Mancini, Del Piero, Di Natale, Totti e l’anno scorso Pirlo oltre a tanti altri che si sono aggiudicati tale riconoscimento in questi 26 anni. Il vincitore di questa edizione è Luca Toni, che sarà premiato durante la manifestazione (28 agosto - 6 settembre).
Due le novità di quest'anno: l’inserimento, parallelamente alla competizione maschile, di un torneo femminile con 4 delle migliori squadre del calcio femminile d’Italia sempre riservato alla categoria “Giovanissime” (nate nel 2001) e il premio al sociale nel calcio. 
 Ad aggiudicarsi questo riconoscimento sono stati Gaia Simonetti e Nadia Giannetti dell'Area Comunicazione della Lega Pro che, con Alessandra Borgonovo, figlia di Stefano hanno ideato le " tappe del cuore".

E' un progetto amico del Memorial Scirea, patrocinato dal Garante dei Minori, che prevede visite negli ospedali dei bambini nelle città dei club di Lega Pro con consegna di maglie e palloni.

Nessun commento