Header Ads

La Federazione Italiana Giuoco Calcio scende in campo per il sociale

Continua il percorso di responsabilità sociale della Federazione Italiana Giuoco Calcio che da sempre è protagonista nel campo della solidarietà, supportando diverse organizzazioni benefiche e trasformando la Nazionale maggiore in una grandissima ed efficace cassa di risonanza per tutti i progetti e le iniziative sociali. 

I mesi di Settembre e Ottobre, sono stati caratterizzati da una fitta serie di iniziative che la FIGC ha deciso di sostenere: dal 21 Settembre al 4 Ottobre la Federazione, attraverso i propri canali di comunicazione ufficiali, ha conferito visibilità alla campagna di raccolta fondi organizzata da Medici Senza Frontiere “Un parto sicuro salva due vite” per progetti di assistenza medica, prevenzione e salute materno – infantile a favore delle donne delle popolazioni del Nord Kiwu (Repubblica Democratica del Congo) dove, da oltre un decennio, è in corso una sanguinosa guerra civile. In occasione della gara tra Azerbaigian – Italia, giocata il 10 Ottobre a Baku, la Nazionale è scesa in campo per sostenere la campagna "Cibo per tutti", promossa da Action Aid, che ha permesso di raccogliere, in tre settimane, 645mila euro. I fondi raccolti saranno destinati a progetti in Etiopia per la costruzione nell’area di Azernet Berberec di condutture e distributori di acqua potabile e in India per sostenere attività di micro-credito destinate alle donne di 10 villaggi nei distretti di Vellore, Thiruvallur, Kancheepuram, Villupuram e Tamil Nadu. 

Altra gara, altra iniziativa. Nel match casalingo contro la Norvegia, la FIGC ha confermato il supporto a Save The Children per l’attività di fundraising “Every One”, un progetto che la nostra Federazione sostiene dal 2009 e che sino ad oggi ha raccolto la cifra di 1 milione e 510 mila euro. Tre iniziative che confermano l’impegno della FIGC e della Nazionale Italiana come organizzazione capace di riscoprire in maniera concreta la naturale funzione sociale insita nello sport. Al di là di ogni business e di ogni interesse, lo sport diviene un eccezionale strumento di comunicazione e di marketing sociale. Queste sono solo alcune delle decine di iniziative portate avanti negli anni dalla FIGC.

Una missione confermata anche nel Bilancio Sociale 2014, dove si legge: “Lo scopo della FIGC è promuovere e disciplinare l’attività del giuoco del calcio e degli aspetti ad esso connessi, conciliando la dimensione professionistica con quella dilettantistica attraverso una struttura centrale che promuova l’esclusione dal giuoco del calcio di ogni forma di discriminazione sociale, di razzismo, di xenofobia e di violenza.” Un impegno totale che si esprime su più fronti: infanzia, ricerca scientifica, diversa abilità, emergenza umanitaria, diversità ed antidiscriminazione, fair play, fundaraising, legacy. 

Un profilo di ampio respiro che ha portato la nostra Federazione ad essere protagonista di iniziative a livello nazionale e internazionale. Particolare, il percorso formativo e sociale sviluppato dal Settore Giovanile e Scolastico nelle varie regioni italiane. Nel biennio 2013 e 2014, particolare rilevanza hanno avuto i progetti realizzati in Emilia Romagna, Lazio e Piemonte con focus sull’educazione e i valori che il calcio dovrebbe esprimere soprattutto nell’attività di base.
Una responsabilità sociale applicata in maniera concreta. Ad esempio particolarmente attivo il ruolo della FIGC nel settore della Salute, con una continua attività di sensibilizzazione e comunicazione, al fianco di AIRC, AIL e Fondazione per il tuo Cuore ha favorito la racconto fondi per migliaia di euro da destinare alla ricerca scientifica in un’ottica di prevenzione e assistenza per i malati. Un supporto non solo ideologico ma anche concreto.

La FIGC promuove iniziative con finalità sociali attraverso l’erogazione di contributi gestiti tramite un fondo di solidarietà alimentato da ammende con vincolo di destinazione d’uso, da risorse della Federazione che il Presidente federale ritiene di destinare per finalità etiche, sociali ed ambientali, e da risorse esterne alla Federazione con vincolo di destinazione d’uso. Attraverso il Fondo Iniziative Sociali, la FIGC ha finanziato i progetti di ricerca scientifica e contribuito a sostenere iniziative sociali, culturali e di emergenza umanitaria. Nel biennio 2013 e 2014 sono stati erogati circa 820 mila Euro.

Valentino Cristofalo
Project SPORT Management

Nessun commento