Header Ads

L' Athletic Club di Bilbao e la sua cantera da sempre al centro del progetto


Una statistica che non può passare inosservata : 18 giocatori provenenti dalle giovanili delle squadre dell' Athletic Bilbao questa stagione hanno giocato almeno un minuto nel massimo campionato per la squadra bianco rossa.

Sono Iraizoz, Herrerin, Laporte, San José, Etxeita, Gurpegi, Balenziaga, Eneko Bóveda, Iturraspe, Beñat, Eraso, Aketxe, Ibai, Susaeta, Muniain, Aduritz, Merino e Williams i ragazzi provenienti della pantera  che hanno avuto la fortuna e la bravura di arrivare fino alla prima squadra e fare il loro esordio.

Lo studio è stato fatto grazie ai dati raccolti da Soccerex Transfer Review che ha mostrato come il Bilbao sia il miglior club in questa speciale classifica.
Il Club della zona dei Paesi Baschi è sempre stato attento alle politiche dei vivai fin dalla propria fondazione, valorizzando tantissimo i calciatori provenienti soprattutto dalle zone limitrofe, dato anche il rapporto stretto che la città di Bilbao ha con il calcio, visto non solo come uno sport ma addirittura come un mezzo per esprimere la propria identità. Una cantera quella biancorossa che peraltro ha dato alla Spagna spesso calciatori importanti.  



Al secondo posto si piazza lo Sporting de Giqjón, che pur avendo qualche problema sia economico che di classifica, mette in mostra i propri ragazzi, facendone giocare addirittura 17.

Più staccata la società "canterana" per eccellenza, il Barca che vede giocare quest'anno 12 calciatori formati nella Masia (Masip, Piqué, Bartra, Alba, Munir, Busquets, Iniesta, Sergi Roberto, Aleix Vidal, Rafinha, Sandro, Messi) . Poco sotto troviamo il Real Madrid con 10 elementi cresciuti con la camiseta blanca (Kiko Casilla, Nacho, Carvajal, Arbeloa, Jesé, Lucas Vázquez e Cheryshev).

Numeri completamente diversi da quanto siamo abituati a vedere in Italia; numeri che ci mostrano come i settori giovanili rimangono uno degli asset fondamentali per una società di calcio.

Sara Messina 
© Riproduzione riservata



Nessun commento