Header Ads

Partnership tra Danone Nations Cup e FIGC per la crescita del calcio femminile

Un altro importante tassello segna il percorso di crescita del calcio femminile italiano voluto dalla FIGC. La Danone Nations Cup e il Settore Giovanile e Scolastico della Federcalcio lanciano una nuova collaborazione aprendo al femminile il più grande torneo di calcio Under 12 al mondo. La Danone Nations Cup, che dal 2000 ha visto coinvolti 2.5 milioni di atleti tra i 10 e i 12 anni provenienti da oltre 40 paesi, nel mese di maggio parte in Italia con un format innovativo rivolto alle giovani calciatrici.

La manifestazione è stata presentata oggi nel corso di una conferenza stampa, alla quale hanno preso parte il presidente della FIGC Carlo Tavecchio, il direttore generale Michele Uva, il presidente del Settore Giovanile e Scolastico Vito Tisci e, per la Danone, l’amministratore delegato Marc Gosselin, oltre all’attaccante della Fiorentina Women’s Patrizia panico, scelta come portavoce.

Con questa edizione della Danone Nations Cup, in partnership con il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, per la prima volta le società professionistiche di Serie A e B, partendo dalla categoria Under 12 prevista dalla stagione in corso all’interno del sistema delle Licenze Nazionali, parteciperanno ad un’attività ufficiale nazionale dedicata al calcio femminile giovanile. La Danone Nations Cup è un progetto che va ben oltre la semplice competizione calcistica e che vuole promuovere tra i giovani atleti valori come il rispetto dell’avversario, il fair play, l’integrazione tra culture diverse, la socializzazione, lo spirito di gruppo, uno stile di vita sano e soprattutto l’idea di impegnarsi per realizzare i propri sogni. E, per trasferire i valori al femminile della Danone Nations Cup di quest’anno, è stata scelta come portavoce Patrizia Panico, attaccante della Fiorentina Women's, che detiene il record di presenze e gol con la maglia della Nazionale italiana.
“Lo sviluppo del calcio in Italia - ha sottolineato il presidente della FIGC Carlo Tavecchio - passa attraverso la crescita del movimento femminile. La Federcalcio ha introdotto nuove norme e sta investendo molto, ma è attraverso il lavoro del Settore Giovanile e Scolastico sul territorio che si gettano le basi per il suo solido sviluppo. Per questo ringrazio la Danone per la sensibilità con la speranza che su questo tema in futuro si possa dar vita ad una collaborazione ancor più sinergica”.

“La Danone Nations Cup ha scelto l’Italia, paese che vede nel gioco del calcio il suo orgoglio nazionale, per dare una nuova e concreta opportunità alle giovani atlete. Stiamo infatti assistendo - ha dichiarato Marc Gosselin, AD di Danone - ad un incremento del gioco del calcio femminile anche in Italia e progetti come questo, realizzato insieme al Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, possono sicuramente contribuire alla sua crescita veicolando i valori positivi del gioco del calcio all’interno della famiglie italiane.”

“Sono molto felice – è il commento di Patrizia Panico, attaccante della Fiorentina Women's - di rappresentare il calcio femminile in un progetto come la Danone Nations Cup, che è un ulteriore passo verso la crescita della nostra categoria e la diffusione di questo sport sempre più amato dalle giovani ragazze. Calcio significa passione, dedizione, soddisfazione, ma anche tanti sacrifici soprattutto per chi è donna e un torneo come questo insegna alle più giovani e alle loro famiglie i giusti valori del giocare a calcio sostenendo un messaggio di positività in quello che è un settore ancora pieno di pregiudizi.”

Attraverso la partnership tra la Danone Nations Cup e il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, sono coinvolte le tesserate delle Categorie Under 12 delle società professionistiche di A e B, delle società di Serie A e di Serie B femminile della LND e delle Scuole di Calcio Élite che hanno aderito al progetto di crescita del movimento femminile. Sono circa 800 le giovani calciatrici pronte a mettersi in gioco nelle fasi regionali e nei quattro raggruppamenti interregionali in programma a Roma, Milano, Reggio Emilia e Genova. Le ragazze si sfideranno con l’obiettivo di arrivare alla fase finale prevista l’11 e il 12 giugno in concomitanza con l’8° Grassroots Festival e le partecipanti della final eight si incontreranno sui campi del Centro Tecnico Federale di Coverciano. La squadra vincitrice del torneo italiano vivrà il sogno di giocare in uno dei campi più importanti al mondo, lo Stade de France di Parigi, in occasione della finale worldwide il prossimo autunno e di incontrare campioni come Zinedine Zidane.

Con il messaggio “Believe in Your Dreams”, Danone, FIGC, Patrizia Panico e tutti gli appassionati del gioco del calcio potranno sostenere le giovani atlete che proveranno a cambiarne le regole supportandole fino alla sfida finale di Parigi, che le vedrà competere con le squadre maschili degli altri 40 Paesi coinvolti. Giochiamo per cambiare, per questo abbiamo vinto: è questo il motto della nuova Danone Nations Cup 2016.

SQUADRE PARTECIPANTI
Serie A: Atalanta, Bologna, Carpi, Chievo Verona, Genoa, Inter, Juventus, Milan, Napoli, Palermo, Roma, Sampdoria, Sassuolo, Torino, Hellas Verona; Serie B: Bari, Cesena, Livorno, Perugia, Spezia, Virtus Entella; A e B Femminile: AGSM Verona, Brescia Femminile, Fiorentina, Pink Sport Time Bari, Anima e Corpo Orobica, Apulia Trani, CSR Azalee, Castelvecchio CF, Imolese Femminile, Milan Ladies, Napoli CF, Reggiana CF, Roma CF; Scuole di Calcio Elite: Campomorone S. Olcese, Virtus Partenope.

Fonte: FIGC

Nessun commento