Header Ads

ZTE punta al mercato europeo e diventa co-sponsor del Borussia Mönchengladbach

La società cinese di telecomunicazioni ZTE è diventata il nuovo co-sponsor del Borussia Mönchengladbach, tra i più importanti club della Bundesliga. L’accordo biennale, presentato in conferenza stampa al Borussia-Park proprio insieme ai nuovi modelli di smartphone, ZTE Blade V7 e ZTE Blade V7 Lite, prevede la presenza costante dell’azienda di Shenzen sui LED a bordocampo, nonché il suo supporto al club tedesco durante i tour estivi in Cina.

ZTE, già sponsor del Siviglia ancora vincitrice dell’Europa League, continua ad espandere la propria attività in Europa e in Germania, dove ha il proprio quartiere generale a Düsseldorf, vicino a Mönchengladbach, con circa 1000 dipendenti in tutto il paese, mentre a Monaco gestisce uno dei suoi centri di progettazione con un totale di 600 dipendenti. Non solo. Da tempo si è accreditata come uno dei principali produttori di cellulari al mondo. Secondo il ranking della Couterpoint Technology Market Research, nel primo quadrimestre del 2016 occupava il 7° posto a livello mondiale. E nell’anno passato, solo in Germania, le vendite sono aumentate di un incredibile 400%.

“Con la firma del contratto con il Borussia Mönchengladbach abbiamo compiuto un passo importante verso la nostra espansione nel mercato tedesco – ha detto il CEO di ZTE Jacky Zhang -. Questa partnership sottolinea l’obiettivo di diventare in futuro tra i più importanti produttori di smartphone nei campionati maggiori”.

Stephan Schippers, CEO del Borussia, ha aggiunto: “Consideriamo la Cina un mercato molto interessante e vogliamo espandere la nostra crescita lì. Per questo siamo lieti di avere un partner come ZTE che ci introdurrà alla cultura della Cina. Siamo sicuri che entrambe le parti trarranno vantaggio dalla partnership”.

Con questo accordo di sponsorizzazione Borussia Mönchengladbach e ZTE intendono accorciare le distanze tra le rispettive culture, costituendo un ponte tra Germania e Cina, mercati in forte crescita per entrambe le parti.

Veronica Casarin
Visualizza il profilo di Veronica Casarin su LinkedIn
© Riproduzione riservata

Nessun commento