Header Ads

La Juventus consolida la propria presenza nel mercato cinese.

Non sono solo i ricchi imprenditori cinesi che - spinti dall'obiettivo di far acquisire fama e notorietà alle proprie aziende - spingono gli investimenti verso i migliori club italiani ed europei; anche i club italiani cercano di ritagliarsi una fetta importante del mercato cinese, sempre più ricco e in espansione.
Fra queste, in prima linea c’è la Juventus, che continua a muovere passi concreti per stabilizzare la propria presenza in Cina. 

Infatti, come divulgato nei mesi scorsi, la società bianconera ha lanciato la Juventus Academy a Shanghai, con il chiaro intento di sviluppare il brand juventino fra i bambini e le famiglie cinesi, ritenuti un investimento considerevole per i prossimi anni (il club bianconero punta ad avere 1200 bambini nella propria Academy entro 3 anni). 
Esso rappresenta infatti un importante opportunità per costruire un legame indissolubile con i giovani fan e con le comunità locali (il marketing nel settore sportivo, ricordiamo, gode di un imponente vantaggio rispetto agli altri settori: il tifoso è “fedele” alla propria squadra, raramente la cambia: diviene così essenziale instaurare fin da subito il legame e conquistarsi il tifoso/cliente fin dall’infanzia, facendogli vivere esperienze che difficilmente dimenticherà).

Inoltre, il club bianconero ha annunciato che, terminato il ritiro pre- campionato in Australia, sosterrà il 30 luglio a Hong- Kong un’amichevole contro il South Cina; altro evento che consentirà alla Juventus di rafforzare la propria brand awereness a livello internazionale, e consolidarsi fra i top club europei. Il tutto senza considerare i “benefici indiretti” di cui potrà godere la Juventus: dal merchandising, al licensing ( il governo cinese come noto punta forte sul calcio, e si è dichiarato pronto a combattere in maniera forte il fenomeno della contraffazione), alla possibilità di nuove ed ulteriori sponsorizzazioni.



Francesco Sottile
Visualizza il profilo di Francesco Sottile su LinkedIn
© Riproduzione riservata






Nessun commento