Header Ads

Nonostante la squalifica Nike ed Head restano al fianco di Maria Sharapova

Il Tribunale della Federtennis  - ITF - proprio ieri ha reso nota la decisione sul caso Maria Sharapova, condannando l'atleta russa ad una squalifica di due anni a causa della positività al Meldonium.

Alcuni tra i suoi sponsor principali, come Nike ed Head, nonostante questa sentenza, hanno deciso di non risolvere i contratti alla tennista, ritenendo che il Tribunale ha preso questa decisione "sulla base di accuse flebili e non dimostrate".  Nike, in un primo momento aveva sospeso tutti i rapporti, proprio in attesa della pronuncia. Altri come Tag Heuer e Porsche attenderanno la fine della controversia. 

L'impianto accusatorio è fondato sul fatto che la Sharapova abbia intenzionalmente preso il farmaco, tanto è vero che la richiesta di condanna era stata di 4 anni. 

Il brand americano ho voluto giustificare la propria scelta sostenendo che " Maria ha sbagliato ed ha chiesto scusa" , mentre Head ha detto che sulla base di quanto emerso in udienza "la decisione è sbagliata".

Adesso si dovrà attendere l'appello al Tas - Cas che la tennista russa si prepara a depositare, cercando di convincere i giudice di secondo grado che l'assunzione del farmaco è stata dovuta a problemi do salute e non certo intenzionale.

Nonostante il brutto momento una bella vittoria di Maria, quella di riuscire a tenersi stretta sponsor di questo calibro che le garantiscono contratti milionari.

Sara Messina 
Visualizza il profilo di Sara Messina su LinkedIn
© Riproduzione riservata

Nessun commento