Header Ads

Il Teramo Calcio presenta la campagna abbonamenti “Nessuno è più determinato di noi!"

“NESSUNO È PIÙ DETERMINATO DI NOI!”. Questo il claim della campagna abbonamenti 2016/2017 della S.S. Teramo Calcio, presentata ieri mattina nella suggestiva cornice dell'auditorium San Carlo, all’interno del Museo Civico Archeologico “F. Savini”.
Alla presenza di stampa e tifosi la conferenza si apre con una breve clip: del diavolo, emblema della società, si possono vedere solo gli occhi, incorniciati di biancorosso, la cui espressione intensa è ribadita dallo slogan che intitola la campagna. Non c'è infatti miglior formula per spiegare la voglia di intraprendere, con determinazione, il quinto anno di Lega Pro. Lo sguardo del diavolo è penetrante, quasi invasivo, colpisce lo spettatore che non può non esserne trascinato.
Un targeting ben studiato dall’Area Comunicazione e Marketing, capitanata dal responsabile Marco De Antoniis: tariffe ridotte per donne, over 65, ragazzi dai 14 ai 17 anni di età, under 14, genitori degli iscritti alla Scuola Calcio, famiglie, disoccupati e universitari.
Prezzi bassi e differenziati tra vecchi e nuovi abbonati, che, rispettivamente, potranno sottoscrivere l'abbonamento dal 4 al 9 luglio e dall’11 luglio fino a inizio campionato.




Novità assolute per la nuova stagione la “Diavolo Card” e la “Scratch Card”. La prima, in quanto supporter card, non solo fungerà da segnaposto e garantirà il diritto di prelazione (11-19 luglio), ma darà anche la possibilità di accedere agli sconti per l’acquisto del merchandising ufficiale e ai benefici concessi dai partner del club. La seconda, identificata con l’offerta Dentro & Fuori, sarà consegnata ai primi 500 abbonati contestualmente all’acquisto dell'abbonamento intero e garantirà, al prezzo di 19,90 €, la visione a titolo gratuito di tutte le trasferte dei Diavoli Biancorossi dal portale Sportube.



Il pubblico biancorosso potrà invece assistere alle gare casalinghe nei settori tribuna, distinti, curva locale e poltronissima. Molti i vantaggi di quest'ultimo settore, che oltre a garantire gadget esclusivi, l'ingresso nell’area hospitality e la cena di Natale con la squadra, porterà avanti anche quest'anno il progetto “Walkabout #unodinoi”, grazie al quale i tifosi potranno fare un tour guidato dello stadio, degli spogliatoi e un briefing in campo prima della gara, accedere alla sala stampa nel post partita e incontrare i giocatori per foto e autografi, oltre ad avere una maglia autografata del proprio beniamino.
Simbolico il profilo tariffario dei diversi settori.




A presenziare la conferenza stampa il presidente Luciano Campitelli, che con un colorito “Siamo molto arrapati” dimostra la voglia e l'entusiasmo per questa nuova stagione, che inizierà il 13 luglio con il ritiro a Ovindoli, in terra abruzzese: “Ci siamo lasciati ogni negatività alle spalle, con il nuovo allenatore (Lamberto Zauli, ndr) abbiamo ritrovato la giusta motivazione per ricominciare – ha dichiarato – e sono fiero dell'iscrizione della squadra in Lega Pro dopo un anno difficile. Abbiamo dei dati positivi, dobbiamo essere orgogliosi dei numeri e di essere la quinta città in Italia per numero di spettatori nelle gare casalinghe”.
Si è confermato, infatti, nella passata stagione, il trend di crescita che ha accompagnato la Teramo Calcio negli ultimi tre anni, passando dai 275 e 342 del 2013/2014 e 2014/2015 ai 611 abbonati del 2015/2016 e confermando un aumento della media spettatori.

“Se si sottoscrivessero 612 abbonamenti la città dovrebbe essere orgogliosa dei suoi tifosi e della società, che ha lavorato bene. Speriamo di cavalcare questo trend fantastico, io ci credo. Deve esserci il giusto entusiasmo per ricreare quella scossa all'interno della città. Dopodiché dobbiamo allestire una squadra competitiva per arrivare ai play off: aspettiamo con ansia l'inizio del nuovo campionato sperando di non fare errori sul mercato. Si potrà realizzare un progetto importante – ha concluso – se tutti remeremo verso la stessa direzione. Il calcio deve essere ciò che risveglia la passione e l’orgoglio di tifare tutti insieme, uniti, Teramo”.

“L'obiettivo numerico è migliorarsi anche solo di uno – il commento di Marco De Antoniis -, perché testimonierebbe la bontà del lavoro svolto e la crescita di quella che è una passione già acclarata del pubblico biancorosso e che potrebbe migliorare anche le presenze medie allo stadio. Abbiamo pensato a una tariffa per gli universitari perché la nostra è una città universitaria e gli studenti, a cui è dedicata la curva locale, potranno acquistare l'abbonamento al prezzo simbolico di 80 € per assistere a 18 gare casalinghe più una che si riserva la società per indire la ‘giornata biancorossa’. A questa formula si aggiungono quelle per i disoccupati, per gli under, gli anziani, le donne e le famiglie: vogliamo portare tutti al ‘Bonolis’ per confermare i dati in crescita dell'ultimo triennio”.

Veronica Casarin
Visualizza il profilo di Veronica Casarin su LinkedIn
© Riproduzione riservata





Nessun commento