Header Ads

Paola De Micheli è il nuovo Presidente della Lega Pallavolo Serie A

Paola De Micheli è il nuovo Presidente della Lega Pallavolo Serie A. E’ stata eletta a conclusione dell’Assemblea del 20 luglio a cui hanno partecipato le Società di SuperLega e Serie A2 UnipolSai presso lo Zanhotel & Meeting Centergross di Bentivoglio (Bologna).
Quarantadue anni di Piacenza, Paola De Micheli è da pochi mesi diventata mamma e nel Governo ricopre il ruolo di Sottosegretario del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Dopo 19 anni di presidenti espressione delle società sportive, la Lega Volley ha scelto di eleggere un esterno e per la prima volta una donna è alla guida della pallavolo maschile italiana.

Nel suo saluto davanti all’Assemblea, Paola De Micheli ha ringraziato i presidenti e i dirigenti delle società di SuperLega e Serie A2 e ha illustrato alcuni dei progetti che caratterizzeranno il suo mandato.

“Sento tutta la responsabilità – ha affermato – del ruolo che mi avete affidato e lavorerò con entusiasmo per far crescere ancora il movimento del volley nel nostro Paese”.
“L’impegno sarà profuso soprattutto verso l’esterno. Ci spenderemo per potenziare la promozione della pallavolo attraverso tutti i canali possibili, per arrivare a comunicare anche sui media generalisti e non solo quelli di settore. In questo senso sarà fondamentale il rapporto con gli sponsor e il rafforzamento del progetto della web tv”.
“Un altro caposaldo del mio mandato – ha aggiunto – sarà il rapporto con le istituzioni, dovremo sostenere con forza i piani di riforma dello sport dilettantistico e dell’attività sportiva, attraverso la definizione di un quadro normativo rinnovato e finalmente chiaro, anche con l’utilizzo di misure fiscali a sostegno dello sport”.
“Mi muoverò anche all’interno della Lega Pallavolo Serie A – ha proseguito – su due temi: la revisione dello statuto e un ulteriore impulso alla formazione dei quadri dirigenziali. A partire dal prossimo autunno compirò un giro in tutta Italia per visitare le società di SuperLega e di A2, per conoscere da vicino squadre e dirigenti, confrontarmi con loro, e anche prendere visione dello stato degli impianti sportivi, rafforzando poi la collaborazione tra Legavolley e Fipav con il massimo coinvolgimento delle singole società”.







Nessun commento