Header Ads

Evelina Christillin candidata italiana e della Uefa al Consiglio FIFA



Lo scorso venerdì 9 settembre si è svolto nel Centro tecnico federale a Coverciano l'incontro tra Evelina Christillin, proposta dall'Italia quale rappresentante femminile della Uefa nel Consiglio Fifa, e 41 Federazioni calcistiche europee, sulle 55 aderenti alla Uefa. 

Obiettivo dell'evento, organizzato dalla FIGC, è stato quello di far conoscere la Christillin e confrontarsi sulle strategie in vista delle elezioni alla carica di presidente della Uefa, in programma il 14 settembre, ad Atene.

A Coverciano erano presenti entrambi i candidati - Alexander Ceferin, per il quale la Figc ha manifestato il proprio sostegno, e Michael Van Praag - e si è parlato di contenuti e programmi che serviranno per rafforzare gli obiettivi futuri della Uefa.

A margine dell'incontro il presidente della FIGC Carlo Tavecchio ha dichiarato: "Cari amici quali dirigenti sportivi ci siamo assunti la responsabilità di procedere ad un profondo rinnovamento delle istituzioni calcistiche, in questa ottica va letta anche la candidatura di Evelina Christillin, le cui esperienze professionali e le sue capacità relazionali saranno sicuramente un valore aggiunto per le istanze della UEFA e del calcio mondiale".

La manager torinese ha dichiarato: "Voglio innanzitutto ringraziare il presidente Tavecchio e la FIGC per avermi dimostrato grande stima e massima fiducia, sono felice di poter essere con voi oggi e sono convinta che potremo fare un ottimo lavoro nella nuova FIFA". "La UEFA - ha continuato la Christillin - ha dato un grande impulso allo sviluppo del calcio, al centro come in periferia dal top e alla base, e credo che sia fondamentale portare queste best practice in FIFA con sempre maggiore convinzione. Porterò nel mondo del calcio tutto il mio entusiasmo e le mie esperienze umane e professionali da atleta, da docente, da manager e da imprenditrice. Questa trasversalità, come nel caso del neo segretario generale della FIFA Fatma Samba Diouf Samoura, proveniente dalle Nazioni Unite, credo possa essere un valore aggiunto per le istanze che tutte le federazioni vorranno presentare a Zurigo".






Nessun commento