Header Ads

Ricavi in crescita del 30% per il Manchester United che chiude il bilancio con un utile di 43 milioni di euro



La stagione 2015/2016 del Manchester United non è stata del tutto negativa; se è vero che la squadra dell' allora tecnico Luis Van Gaal non ha certamente raggiunto i risultati sul campo auspicati ad inizio stagione (lo United ha infatti chiuso la scorsa Premier League classificandosi al 5 posto, fallendo così l'accesso alla Champions League), il club può certamente ritenersi soddisfatto per gli importanti traguardi raggiunti dal punto di vista economico - finanziario.

I Red Devils hanno annunciato di aver chiuso il bilancio al 30 giugno 2016 con un fatturato di 515 milioni di sterline, (pari a circa 610 milioni di Euro) e un EBITDA (Earning before interests, taxes, deprecation, and amortization) di 192 milioni di sterline, pari a 227 milioni di Euro. Tali risultati hanno permesso allo United di conseguire un utile di 36,4 milioni di sterline (circa 43 milioni di Euro).

Lo United diventa così la prima società inglese a sfondare il tetto dei 600 milioni di euro
Tali cifre assumono significato ed importanza più specifica se osservati in termini relativi: la crescita dei ricavi rispetto alla precedente stagione è infatti del 30,6%; inoltre, è bene sottolineare che ad essere cresciute non sono state solo determinate voci del Conto Economico, quanto piuttosto una crescita omogenea di tutte le principali voci di ricavi (situazione che dunque testimonia la bontà delle scelte strategiche effettuate dal club di Manchester).

Sono cresciute del 30% le revenues provenienti dalla cessione dei diritti tv ( + 32,7 milioni di sterline), e i ricavi da matchday ( + 17,7%). La voce che ha registrato la crescita più alta è stata però quella relativa all'area commerciale, cresciuta del 36,3% e attestatasi a circa 268 milioni di sterline.  Tale imponente aumento è sicuramente in gran parte dovuto alla sottoscrizione di nuovi 14 contratti commerciali sottoscritti dal club di Manchester, e al nuovo accordo con Adidas, che garantisce ricavi minimi garantiti ( il club ha un accordo in essere con la casa tedesca di circa 94 milioni di Euro all'anno per i prossimi 10 anni).

Unico aspetto negativo: la mancata qualificazione alla Champions ha causato un ribasso del 2% del prezzo delle azioni del club.

Il processo di crescita del club non sembra comunque potersi fermare; al contrario, il fatturato è destinato a salire ulteriormente nel corso della nuova stagione.
Quest'anno in Premier infatti entrerà in vigore il nuovo contratto dei diritti tv ( sia quello dei diritti domestici, che quello estero), che permetterà ai club inglesi di incrementare in maniera esponenziale ( circa il 70%) i propri ricavi.

Inoltre in questa stagione, il club allenato da Josè Mourinho sembra avere tutte le carte in regola per poter centrare almeno il traguardo Champions League, partecipazione che consentirà un incremento di fatturato di almeno 40- 45 milioni di Euro.

Francesco Sottile
Visualizza il profilo di Francesco Sottile su LinkedIn
© Riproduzione riservata






Nessun commento