Header Ads

Il colosso Alibaba investe 100 milioni di euro per sviluppare il rugby in Cina

L’annuncio è dei più autorevoli, proviene infatti da Bernard Lapasset, il presidente dell’associazione mondiale di rugby. La divisione sportiva di Alibaba, Alisports, investirà 100 milioni di euro in 10 anni per promuovere la diffusione del rugby in Cina. Un investimento così importante pone le basi per lo sviluppo delle prime leghe professionistiche cinesi, sia quella maschile che quella femminile. L’obiettivo è quello di passare dai 76 mila giocatori attuali a oltre 1 milione entro i 10 anni dall’investimento. Per farlo saranno formati circa 30 mila allenatori, 15 mila ufficiali di gara e lanciati programmi di partecipazioni in circa 10 mila scuole e università; il tutto mentre Alisports svilupperà una campagna di marketing molto consistente in numerose province del Paese e trasmetterà le gare di rugby sulla TV di proprietà e sui numerosi canali digitali.

Alibaba ha scelto di investire nel Rugby perché dal 2009 è tornato ad essere uno sport olimpico e perché nel 2019 la Coppa del Mondo si svolgerà in Giappone e questo potrebbe avvicinare, oltre ai molti appassionati, anche i nuovi.
Nel 2015, in Cina, l’interesse per la palla ovale è già aumentata del 40% e si prevede possa crescere in maniera vertiginosa dopo i mondiali del 2019, nonostante al momento la nazionale cinese di rugby è solamente 66esima nella classifica generale, senza aver mai ottenuto una qualificazione mondiale nel corso della propria storia.

Alex Righi
Visualizza il profilo di ALex Righi su LinkedIn
© Riproduzione riservata






Nessun commento