Header Ads

Addio alla Fondazione per mutualità. Al calcio l'intera somma di 120 milioni di euro


Con un decreto della camera, termina la c.d. "Fondazione per mutualità generale per gli sport" che prevedeva un "riconoscimento" che il calcio italiano dava alla federbasket e al CONI dal 2008. Ora questa somma, stimata in 120 milioni di euro, rimarrà nel calcio e sarà gestita dalla FIGC.

L'emendamento porta così la quota del 4% derivanti dai diritti tv al 10%, la quale sarà distribuita nel seguente modo:

- 6% alla Lega B;
- 2% alla Lega Pro;
- 1% alla Lega Dilettanti;
- 1% alla FIGC, che prima di questa decreto non percepiva nulla;

Queste risorse potranno essere utilizzate esclusivamente per lo sviluppo dei settori giovanili, per la formazione e utilizzo di calciatori convocabili per le nazionali giovanili italiane maschili e femminili, per il sostegno agli investimenti per gli impianti sportivi, per lo sviluppo dei Centri federali territoriali e delle attività giovanili della FIGC.

Se questo cambiamento ovviamente ha trovato consenso nel mondo del calcio, in quello del basket la notizia è stata un vero shock, con il Presidente della federazione, Gianni Petrucci, che ha dichiarato: "Abbiamo appreso con incredulità la notizia della soppressione della Fondazione per la mutualità generale degli sport professionistici a squadre'. Fa riflettere che da tempo il calcio rivendicava la titolarità esclusiva dei fondi generati dalla Fondazione. Ci auguriamo ovviamente che il calcio non sia stato parte attiva del provvedimento in questione".

Fabrizio Tarzia

fabriziotarzia@virgilio.it
Visualizza il profilo di Fabrizio Tarzia su LinkedIn
© Riproduzione riservata

fonte repubblica.it

Nessun commento