Header Ads

"Lo stadio Olimpico del West Ham va abbattuto e ricostruito". A dirlo è l'esperto di impianti Paul Fletcher

Paul Fletcher, professionista nella progettazione di stadi di calcio, ha dichiarato alla BBC che il nuovo stadio del West Ham dovrebbe essere abbattuto e ricostruito.

Secondo l'esperto, considerando che l'impianto non è stato concepito per ospitare esclusivamente partite di calcio, ma come tutti sanno per ospitare le Olimpiadi del 2012, esso non è adatto ad ospitare eventi calcistici.

Nonostante siano state installate delle tribune sopra la pista d'atletica, il pubblico - secondo Fletcher - è troppo lontano dal campo, data la forma ovale della struttura.

Fletcher, che tra gli altri ha contribuito alla realizzazione degli impianti di Bolton, Huddersfield e Coventry, è stato anche Direttore Commerciale dello stadio di Wembley, e nel 2000 fece una consulenza durante le fasi di progettazione dello stadio olimpico, dando indicazioni su come uno stadio di calcio può trasformarsi in pista di atletica per due settimane. Nonostante questa consulenza, si decise poi di fare esattemente il contrario.

Nel concludere il suo intervento, egli ha detto: "Quando progetto un nuovo stadio, la prima cosa che faccio è concentrarmi sul pubblico. Perciò convertire uno stadio per l'atletica in uno stadio per il calcio secondo me è un'operazione che non funziona".

Tale opinione fa riflettere, considerando che la conversione dell'impianto è costata 360 milioni di euro, sforando il budget di 55 milioni di euro. 

Inoltre, è notizia recente che il Sindaco di Londra, Sadiq Khan, abbia disposto un'indagine in merito proprio all'elevato esborso per la ristrutturazione dell'impianto, visto che l'investimento è per la maggior parte a carico dei cittadini. Il West Ham, infatti, ha dovuto investire solo 16.7 milioni di euro, e può utilizzare l'impianto grazie ad una concessione della durata di 99 anni.

Fabrizio Tarzia

fabriziotarzia@virgilio.it
Visualizza il profilo di Fabrizio Tarzia su LinkedIn
© Riproduzione riservata




Nessun commento