Header Ads

Bando per la vendita dello stadio di Bergamo: l'Atalanta è pronta ad acquistarlo

Dopo tanti anni, a Bergamo sono davvero vicini ad una svolta sul fronte stadio nuovo. Come riportano i media locali, infatti, la data per la pubblicazione del bando di vendita dello Stadio Atleti Azzurri d'Italia sarà verso fine Gennaio inizio Febbraio. Il bando inizialmente previsto per lo scorso autunno, fra pochi giorni emetterà un responso che gli appassionati aspettano da più di 20 anni.

La conferma è arrivata in questi giorni direttamente dall'assessore alla Riqualificazione urbana, Francesco Valesini, che ha dichiarato: "Il bando è previsto tra la fine di Gennaio e Febbraio. Già nei primi giorni della prossima settimana definiremo meglio il percorso da fare: a metà dicembre abbiamo completato la variante urbanistica, ora siamo tutti al lavoro sul documento".

Il valore dell'impianto è stato stimato in circa 7.5 milioni di euro. Qualora fosse l'Atalanta B.C, come tutti si auspicano, ad aggiudicarsi l'immobile, essa  non dovrà versare tale cifra, ma solo 5 milioni di euro, in quanto la società rappresentata da Antonio Percassi ha già sostenuto spese per la ristrutturazione delle due tribune laterali.

Qualora fossero i Percassi ad aggiudicarsi il bando, la ristrutturazione costerà circa 25 milioni di euro, seguendo il modello Udinese, con il rifacimento delle curve, così da avere un intero stadio coperto. Una volta realizzato la struttura architettonica, l'arena avrà una copertura esterna stile Alianz Arena.
Ovviamente, come ogni stadio moderno che si rispetti, verranno realizzati spazi commerciali come ristorante, store e museo, ed è proprio questo aspetto che è stato sotto osservazione dagli addetti della variante urbanistica.

Secondo i rumors locali, ad essere interessati all'acquisto dello stadio pare non ci sia solo l'attuale proprietà dell'Atalanta, ma anche imprenditori locali, che qualora si aggiudicassero l'impianto, potrebbero ambire ad acquisire la stessa società calcistica. 

Fabrizio Tarzia

fabriziotarzia@virgilio.it

Visualizza il profilo di Fabrizio Tarzia su LinkedIn
© Riproduzione riservata




Nessun commento