Header Ads

La FIGC ha approvato il budget 2017 e il Manuale del Sistema per le Licenze Nazionali

Durante il consiglio federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio del 27 gennaio scorso è stato approvato all’unanimità il budget 2017. 

Nello specifico, il bilancio di previsione risente del nuovo taglio della contribuzione del Coni ed è stato predisposto considerando i principali elementi che caratterizzeranno le attività istituzionali e sportive che la Federazione è deputata ad assicurare. 

Il Margine Operativo Lordo registra un miglioramento di 11 mio € (attestandosi a 12,3 mio €), il Margine Operativo Netto di 9,9 mio € e il Risultato Operativo di 9,8 mio €. Il Risultato Ante Imposte risulta essere positivo per 6 mio € e dopo le imposte previste per 10,8 mio €, il Risultato d’esercizio del budget 2017 chiude in perdita per un valore di – 4,8 mio €.

Inoltre il Consiglio Federale ha approvato anche il Manuale del Sistema per le Licenze Nazionali 2017/2018 secondo le linee guida già deliberate nella riunione del Consiglio del 30 novembre 2016 che avevano stabilito una previsione pluriennale. L’obiettivo è emanare con congruo anticipo le norme almeno per il prossimo triennio. Gli argomenti in oggetto sono i criteri legali economici e finanziari, i criteri infrastrutturali ed i criteri sportivi ed organizzativi.

Di seguito le principali novità.

Lega Serie A
“Criteri Legali ed Economico-Finanziari”: in attuazione delle norme programmatiche sul Fair Play Finanziario, è stato introdotto il rispetto dell’indicatore di liquidità, nella misura minima di 0,6.
“Criteri Infrastrutturali”: sono state fissate le tempistiche per arrivare, entro la stagione 2020/2021, all’adeguamento ed alla realizzazione degli impianti sportivi, in linea con i requisiti previsti dall’UEFA Stadium Infrastructure Regulations, avendo come riferimento gli stadi di categoria 4.
“Criteri Sportivi e Organizzativi”: dalla stagione sportiva 2017/2018, in attuazione delle norme programmatiche sullo sviluppo del calcio femminile, le società dovranno partecipare al Campionato Giovanissime con almeno una squadra femminile.

Lega Serie B
“Criteri Legali ed Economico-Finanziari”: in attuazione delle norme programmatiche sul Fair Play Finanziario sono stati introdotti l’aumento della misura minima del PA da 0,12 a 0,14; l’assolvimento dei debiti nei confronti di società estere per i corrispettivi dovuti per le acquisizioni internazionali di calciatori, anche a titolo di indennità di formazione e contributi di solidarietà. Con riferimento alle garanzie assicurative è stata deliberata l’introduzione di un rating, accertato da Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch.
“Criteri Infrastrutturali”: sono state fissate le tempistiche per arrivare, entro la stagione 2019/2020, all’adeguamento ed alla realizzazione degli impianti sportivi, in linea con i requisiti previsti dall’UEFA Stadium Infrastructure Regulations, avendo come riferimento gli stadi di categoria 3. Per la stagione sportiva 2020/2021 le società dovranno disporre di un impianto che rispetti i requisiti di categoria 3, integrati con ulteriori criteri che saranno approvati dal Consiglio Federale entro il 30 giugno 2017.
“Criteri Sportivi e Organizzativi”: dalla stagione 2017/2018, in attuazione delle norme programmatiche sullo sviluppo del calcio femminile, le società dovranno partecipare al Campionato Giovanissime con almeno una squadra femminile.

Lega Pro
“Criteri Legali ed Economico-Finanziari”: in attuazione delle norme programmatiche sul Fair Play Finanziario sono stati introdotti l’assolvimento dei debiti nei confronti di società estere per i corrispettivi dovuti per l’acquisizione internazionale di calciatori, con esclusione delle indennità di formazione e contributi di solidarietà; il pagamento degli emolumenti netti dovuti alle altre figure fino alla mensilità di maggio 2017, con relativo assolvimento dei tributi fino alla mensilità di aprile 2017 e degli oneri previdenziali fino alla mensilità di maggio 2017. Con riferimento alle garanzie assicurative è stato deliberata l’introduzione di un rating, accertato da Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch.
“Criteri Infrastrutturali”: sono state fissate le tempistiche per arrivare, entro la stagione 2019/2020, all’adeguamento ed alla realizzazione degli impianti sportivi, in linea con i requisiti previsti dall’UEFA Stadium Infrastructure Regulations, avendo come riferimento gli stadi di categoria 2, integrati con alcuni dei requisiti previsti per gli stadi di categoria 3.
“Criteri Sportivi e Organizzativi”: dalla stagione 2017/2018, in attuazione delle norme programmatiche sullo sviluppo del calcio femminile, le società dovranno tesserare almeno 20 calciatrici Under 12, oppure assolvere l’onere: i) mediante l’acquisizione di partecipazioni di controllo o del titolo sportivo di una società femminile di Serie A, B o C; ii) concludendo accordi di licenza con società femminili di Serie A, B o C; iii) concludendo accordi di collaborazione con gruppi sportivi scolastici.

Fonte FIGC

Nessun commento