Header Ads

Audience in calo per la NFL ma le sponsorizzazioni aumentano del 4,3%

La stagione della National Football League (NFL) si è chiusa con la vittoria dei New England Patriots nel Super Bowl. Nei giorni i scorsi i media americani hanno pubblicato i dati relativi al campionato appena concluso, mostrando sia gli aspetti positivi che quelli negativi.

Partendo da quest’ultimi, la NFL ha riportato qualche problema con l’audience, che è calata del 9% durante la stagione regolare e del 6% durante i playoff. Inoltre è stato registrato un significativo calo delle spese pubblicitarie da parte di alcune compagnie come DraftKing e FanDuel (dal 2015 al 2016, -96,5% per la FanDuel e 70,8% per la DraftKing).

I dati positivi riguardano l’aumento del 4,3% delle entrate da sponsorizzazioni, per un fatturato totale di 1,25 miliardi di dollari a stagione. L’incremento principale è stato garantito dalla Ford, che è stato il primo inserzionista per spese durante i playoff. Lo scorso anno non rientrava nemmeno nella top five. Nonostante la crescita delle sponsorizzazioni della categoria automobilistica, essa rimane la seconda in termini di spesa. Al primo posto rimane il settore della birra, con Anheuser-Bush, leader nella categoria, che spende in sponsorizzazioni 5,5 volte l’importo di una società media produttrice di birra. 
Le compagnie assicurative giocano un ruolo fondamentale in questo campo, non tanto dal punto di vista della spesa complessiva, quanto del numero di offerte.

Per quanto riguarda i singoli team, la classifica delle sponsorizzazioni è vinta dai campioni in carica, i New England Patriots. I loro avversari nel 51esimo Super Bowl, gli Atlanta Falcons, sono sotto la media delle squadre NFL. Gli altri migliori team in tema di sponsorizzazioni insieme ai Patriots sono stati i Dallas Cowboys, Houston Texans e Minnesota Vikings.

Laura Brambilla
lauretta11.lb@gmail.com
Visualizza il profilo di Laura Brambilla su LinkedIn
© Riproduzione riservata





Nessun commento