Header Ads

OTT: 7,1 milioni di telespettatori su Amazon in quattro gare della NFL


La trasmissione in streaming delle partite di NFL che sono state disputate di giovedì ha ottenuto ben 7.1 milioni di visualizzazioni durante le prime quattro competizioni.

Dopo aver riportato una media di circa 372,000 visualizzazioni della prima partita, tra i Green Bay Packers ed i Chicago Bears, trasmessa da Amazon a livello mondiale. Le visualizzazioni comprendono persone che si sono sintonizzate per almeno 30 secondi, ma hanno guardato la partita per 55 minuti in media.

Questi dati non includono l’ultima partita disputata tra i Baltimore Ravens ed i Miami Dolphins, nonostante anche questo incontro sia stato trasmesso da Amazon in diretta. I dati che rappresentano gli indici di ascolto di Amazon sono rimasti abbastanza stabili durante la progressione della stagione del football.

Fino ad ora, Amazon ha dimostrato un miglioramento rispetto ai dati riscontrati da Twitter, che aveva i diritti di trasmissione delle partite di Thursday Night Football, durante la stagione scorsa. Infatti, Twitter aveva ottenuto circa 243,000 visualizzazione durante la prima partita della stagione scorsa tra i New York Jets ed i Buffalo Bills, con una media di 22 minuti a visualizzazione, la metà rispetto ai dati di visualizzazione di Amazon.

“Le cose stanno procedendo nella giusta direzione,” ha affermato Jim DeLorenzo, direttore sportivo di Amazon Video. Ha inoltre aggiunto: “Ci soffermiamo molto sulle reazioni dei fan e sui loro commenti, e abbiamo notato sviluppi positivi su molti fronti. I nostri hanno trovato le trasmissioni essere di alta qualità, ed adorano la convenienza di poterle guardare sulle diverse piattaforme in cui siamo presenti”.

Durante le prime quattro partite, ogni spettatore su Amazon ha visualizzato lo stream 51 minuti in media. Amazon ha riportato che i propri clienti utilizzano diversi modi per guardare le partite di football, come per esempio smart TV, l’applicazione Prime Video, ed anche mediante Internet.

Mentre Amazon continua ad espandere il proprio impero in nuove aree commerciali, tra le quali settore logistico e di rivendita, l’amministratore finanziario di Amazon, Brian Olsavsky, ha informato gli investitori che la compagnia continuerà l’impegno preso riguardante i contenuti video.

Olsavsky ha affermato che i clienti del servizio Amazon Prime che sfruttano i contenuti video offerti, tendono a passare più tempo nell’ecosistema Amazon. Tenendo in considerazione sia i dati di vendita che quelli di visualizzazione, la compagnia è in grado di capire quali contenuti hanno maggior riscontro con i membri di Prime, e di conseguenza ha la possibilità di apportare modifiche al servizio.

Olsavsky ha inoltre aggiunto: “Continueremo ad investire in contenuti video ed aumenteremo tale investimento durante l’anno 2018. Questo servizio video sta avendo grandi risultati con la clientela già acquisita, ovvero gli abbonati ad Amazon Prime. Inoltre, questo servizio continua ad avere un maggior numero di conversioni da periodo di prova gratuita al servizio a pagamento, oltre ad avere un maggior numero di abbonamenti rinnovati. Ciò rimarrà sempre una parte importante di Amazon Prime, e continueremo ad utilizzare i dati a nostra disposizione per prendere decisioni migliori riguardo a come investire il nostro capitale in Prime Video”.

Durante gli ultimi anni, la compagnia ha investito molto nei contenuti video ed ha anche aggiunto molti programmi televisivi, film ed altri contenuti originali, nonostante ciò i contenuti sportivi sono solamente una piccola parte di tutto ciò.

Tuttavia, i diritti sportivi stanno diventando progressivamente competitivi e nel frattempo le abitudini degli spettatori stanno cambiando; perciò molte società via cavo ed emittenti televisive come ESPN e CBS, stanno cambiando il modo in cui i contenuti sportivi vengono offerti, aggiungendo la loro programmazione digitale.

CBS ha affermato quest’estate che, per ora, Amazon non viene considerato come una compagnia competitrice.

Cheyenne Lolita Sala
Visualizza il profilo di Cheyenne Lolita Sala su LinkedIn
© Riproduzione riservata

Nessun commento