Header Ads

Impianti più moderni e campagne per i giovani: Anci e Lega Pro firmano l'intesa

La promozione dell'attività sportiva giovanile passa anche attraverso il miglioramento e la valorizzazione degli impianti sportivi nei Comuni. E' l'assunto sul quale si innesta il protocollo d'intesa firmato oggi da Anci e Lega Pro, che avvieranno una serie di azioni sinergiche con questi obiettivi. Lega Pro, in particolare, si farà promotrice di un'opera di sensibilizzazione nei confronti delle società, per migliorare gli impianti di proprietà degli enti locali dove le stesse società hanno sede. L'azione di Anci sarà invece rivolta direttamente ai singoli Comuni, con la stessa finalità: promuovere lo sviluppo dell'impiantistica sportiva e campagne a favore dello sport, a partire dalle scuole.
L'accordo sancisce anche la nascita di un tavolo di lavoro permanente che "monitorerà la situazione legislativa nazionale ed europea e svolgerà, altresì, attività dirette a monitorare la situazione impiantistica in Italia", ma avrà anche il compito di sviluppare politiche attive per lo sviluppo dei settori giovanili e individuare e realizzare un'azione sinergica con il sistema dell'istruzione finalizzata a ridurre la dispersione scolastica per i ragazzi che seguono la strada del professionismo calcistico.
"Il Protocollo che sigliamo oggi - afferma il vice presidente vicario dell'Anci, Roberto Pella - dà l'opportunità a Comuni e Lega Pro di avviare una stagione di forte collaborazione che, per impegno e competenza di ambo le parti, potrà portare alla risoluzione delle questioni attuali, particolarmente urgenti, che coinvolgono territori e squadre di calcio. Nello specifico, i Comuni, sulla base delle più recenti normative europee e nazionali, sono tenuti obbligatoriamente - spiega Pella - ad adeguare gli impianti e le strutture sportive, in alcuni casi con investimenti non indifferenti, per poter consentire alla propria società di iscriversi e partecipare al campionato. Questo Protocollo intende svolgere un ruolo di facilitazione in tal senso. Le società potranno assumersi l'onere, a fronte del rinnovo o del prolungamento del contratto di concessione da parte del Comune, dell'adeguamento per l'utilizzo degli impianti, oppure potranno anticipare il costo dei lavori da sostenere per ovviare alla complessità degli obblighi e della tempistica imposta dalle previsioni del bilancio pubblico comunale".
"Attraverso il protocollo sottoscritto con Anci - dichiara Gabriele Gravina, presidente Lega Pro - si consolida un'attività congiunta per stimolare una modernizzazione del nostro sistema impiantistico. L'accordo, infatti, servirà a facilitare i rapporti tra società sportive e istituzioni, partendo dalla riqualificazione del territorio grazie alla realizzazione o ristrutturazione di impianti e servizi anche polivalenti ed ecocompatibili. La sinergia con Anci - conclude Gravina - ha tra i principali obiettivi quello di promuovere attività comuni per lo sviluppo dei settori giovanili oltre a promuovere un'azione congiunta con il sistema dell'istruzione finalizzata a ridurre la dispersione scolastica".

Nessun commento