Header Ads

Lo Stadio Luigi Ferraris di Genova in vendita: Sampdoria interessata all'acquisto




In un'intervista rilasciata a Repubblica, il Consigliere Delegato alla Promozione ed Educazione allo Sport del Comune di Genova, Stefano Anzalone, ha dichiarato che lo Stadio Ferraris sarà messo in vendita seguendo il modello del Comune di Bergamo. 

Se lo stadio Atleti Azzurri d'Italia ha avuto una valutazione iniziale di circa 7,5 milioni di euro, l'impianto ligure - secondo Anzalone - dovrebbe avere un valore di circa 10 milioni di euro.

Tra i due club genovesi, è la Sampdoria ad aver manifestato maggior interesse, e tale manifestazione ai più può apparire sorprendente, considerando che è sempre stato il Genoa ad avere avuto maggior legame con l'impianto sportivo,  se si calcola anche che l'altra società di Genova negli ultimi anni ha invece analizzato molto il territorio locale per trovare un'area per costruire un nuovo impianto.

Anzalone ha spiegato che il Presidente della Samp, Massimo Ferrero, è orientato a fare un'offerta, ma come nel caso di Bergamo, l'impianto sarà venduto attraverso  un bando aperto a tutti.

Come affermato dal Consigliere, l'impianto - una volta acquistato - dovrà subire una ristrutturazione pari ad un valore di circa 30 milioni di euro.

In attesa della vendita, il Comune di Genova e i due club non hanno intenzione di aspettare per le prime fasi della ristrutturazione dell'arena, che comporterebbero una spesa di circa 7 milioni di euro. Di questi, 2 sarebbero a carico delle due società, mentre gli altri 5 il Comune vorrebbe reperirli attraverso la partecipazione ad un bando emesso dal CONI, che mette in palio 100 milioni di euro per la ristrutturazione degli impianti sportivi. Il Comune, infatti, ha già presentato 26 progetti per aggiudicarsi la somma necessaria.

Attualmente lo Stadio Ferraris viene co-gestito dai due club, grazie ad un accordo sottoscritto a luglio 2016 che ha valenza fino a luglio 2020. Qualora l'arena venga ceduta proprio alla Sampdoria - che appare favorita anche per l'attuale maggior disponibilità economica rispetto al Genoa - il club rossoblu non dovrebbe sostenere la spesa di questi 2 milioni, ma dovrebbe pagare un canone d'affitto alla Sampdoria.

Se questo scenario a favore del club blucerchiato si concretizzasse, ci potrebbe essere anche la possibilità che la Sampdoria decida di non affittare lo stadio al Genoa, e per i grifoni trovare una soluzione alternativa, calcolando la morfologia del territorio ligure, sarebbe assai difficile.

Fabrizio Tarzia

fabriziotarzia@gmail.com
Visualizza il profilo di Fabrizio Tarzia su LinkedIn
© Riproduzione riservata

Nessun commento