Header Ads

Olimpiadi 2024: Roma ufficializza la candidatura






Nell’incontro che si è tenuto oggi in Campidoglio al quale hanno partecipato il Sindaco di Roma Ignazio Marino, il presidente del CONI, Giovanni Malagò, il presidente del Comitato promotore delle Olimpiadi Roma 2024 Luca Montezemolo, il presidente del Comitato paralimpico Luca Pancalli, l’assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo e Claudia Bugno, direttore generale del Comitato olimpico Roma 2024, si è ufficializzata la candidatura di Roma per i Giochi Olimpici e Paralimpici 2024.

Nel corso dell’incontro è stata da tutti condivisa l’esigenza di individuare le priorità e la caratteristiche dell’organizzazione dell’evento sportivo cogliendo al meglio la straordinaria opportunità di sviluppo e di miglioramento per la città.

E’ stata, nell’occasione, verificata la possibilità di collocare il villaggio olimpico nell’area di Tor Vergata dove saranno realizzati nuovi impianti sportivi e completate le strutture esistenti. Un intervento che richiederà un progetto di collegamento con metropolitana tra l’area e il resto della città. Le Olimpiadi devono essere l’occasione per dare vita a una nuova visione della città, radicata nella storia e nella rigenerazione dell’esistente, con progetti di trasformazione urbana a partire dalla nascita di un parco fluviale del Tevere a nord di Roma che diventerà la porta di accesso alla Roma olimpica a disposizione di tutta la città. 

Sempre oggi, Luca di Montezemolo, Coni Giovanni Malagò e  Ignazio Marino hanno firmato la missiva che formalizza la sfida della candidatura italiana e ne esalta i punti di forza.

Per la Capitale inizia un percorso di costruzione e condivisione di un progetto che offrirà agli atleti e al mondo intero "l'occasione di vivere le emozioni e lo spirito olimpico" in un palcoscenico di ineguagliabile bellezza. Nessun'altra città al mondo può offrire un patrimonio artistico, storico e culturale che abbraccia un cosi ampio arco di tempo, e che permette di "disputare le gare olimpiche nei luoghi più spettacolari e simbolici della Città Eterna".

Bellezza, cultura, ma soprattutto, nell'impegno dell'Italia, innovazione e sostenibilità , secondo quelle che sono anche le principali linee operative dettate dall'Agenda CIO 2020 e che prevedono un forte accento sulla legacy, l' utilizzo futuro a favore della città delle strutture utilizzate per le Olimpiadi. Indicazione che il Comitato Roma 2024 sposa con grande convinzione accanto a quella, altrettanto cruciale, della sobrietà. Roma, spiega infatti la lettera, possiede moltissime infrastrutture sportive, in parte all'interno di parchi e importanti aree verdi, che potranno essere utilizzate per le Olimpiadi del 2024 con piccoli  interventi di ammodernamento e con l'uso, ove necessario, di strutture amovibili. 

Infine, nella lettera, un richiamo ai valori olimpici che in un luogo multiculturale come quello della Capitale, "in cui la diversità diventa la spina dorsale dell'uguaglianza",  possono davvero gettare un ponte verso la pace e l'amicizia dei popoli.

Fonte coni.it

Nessun commento