Header Ads

Firmato il contratto di fitto tra Udinese e CONI per l'utilizzo della Dacia Arena


Il presidente del Coni Giovanni Malagò e il presidente dell'Udinese Franco Soldati hanno firmato ieri a Udine il contratto di fitto per gli spazi che verranno adibiti ad uffici del comitato regionale e delle federazioni sportive all'interno della Dacia Arena, nell'area coperta della Curva Sud. Alla presenza del patron bianconero Gianpaolo Pozzo e dell'intera dirigenza dell'Udinese e del presidente del Coni FVG Giorgio Brandolin, sono stati siglati i documenti. I lavori per l'allestimento degli uffici si concluderanno entro l'estate permettendo dalla fine di settembre l'occupazione degli uffici. 

La presenza di Malagò è stata anche l'occasione per manifestare il totale appoggio dell'Udinese alla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024. I calciatori Maurizio Domizzi e Francesco Lodi e il mister Gigi De Canio hanno consegnato le maglie dell'Udinese con il numero "24" al numero uno dello sport italiano. Il patron Gianpaolo Pozzo ha consegnato a Malagò una litrografia realizzata in serie limitata dal maestro Celiberti in occasione dei 200 gol di Totò Di Natale. "Fuori dal contesto della diplomazia del momento" - ha detto Malagò-"voglio dire che il Friuli è veramente un'eccellenza, e lo devo dire con franchezza. E' una piccola regione, con 4 province, che ha un eccellente impiantistica. 

La grande sfida della regione è mantenere il livello dell'impiantistica che c'è oggi sul territorio, facendo valere l'importanza della finalità sportiva. Così si creano i presupposti per fare sport e farlo bene. La distanza di pochi metri tra la Dacia Arena e il Carnera è davvero unica; si potrebbe ospitare un grande evento calcistico e uno cestistico a distanza di poco tempo e questa è davvero una cosa unica. Abbiamo ospitato federazioni nazionali in alcuni stadi d'Italia, ma mai come qui ho visto delle condizioni ideali per ospitare realtà sportive nell'impianto. Devo ribadire i miei più sinceri ringraziamenti alla famiglia Pozzo per aver fatto una cosa che non era tenuto a fare. In Italia pochi impianti possono ospitare una manifestazione internazionale, e sono Roma, Milano, Torino, con lo Juventus Stadium, e Udine. 
Questo è oggettivamente un motivo di grande soddisfazione. Complimenti". "Settembre è il momento in cui questi uffici verranno consegnati e inaugurati. Ringrazio di cuore il Presidente Malagò perché ci è sempre stato vicino. Vedo che ci sono delle sinergie comuni che stiamo sfruttando a dovere ed è importante che tutte le discipline sportive si sviluppino in questo ambito, e non soltanto il calcio. Vogliamo poi che si aggiunga anche la possibilità di fare un museo dello sport friulano. Ci sono tanti campioni friulani che meritano di essere citati e ricordati per tutto quello che hanno fatto, nel calcio e in tutte le altre discipline. Siamo su una buona strada e vogliamo continuare a perseguirla con l'aiuto del CONI che ci permette di sviluppare questo piano"- ha dichiarato Gianpaolo Pozzo.

Fonte udinese.it

Nessun commento