Header Ads

Presentato il progetto di ristrutturazione dello stadio di Bergamo: 24000 posti e parcheggio sotterraneo per 360 posti auto


Ieri è stato presentato il progetto del nuovo stadio dell'Atalanta B.C. che sostituirà l'attuale Atleti Azzurri d'Italia. La ristrutturazione, a cura dello Studio D8, seguirà il modello Dacia Arena, partendo dal rifacimento della Curva "Federico Pisani" che inizierà al termine dell'attuale campionato. Lo stadio, secondo i programmi, dovrebbe essere ultimato per la stagione 2020-2021, in quanto a differenza dello stadio di Udine, i lavori a Bergamo verranno svolti solo quando il campionato è fermo.

Come si può notare dalle immagini, le tribune principali rimarranno quelle attuali, in quanto considerate bene storico, mentre le curve verranno realizzate ex-novo. Considerando l'investimento già sostenuto per la ristrutturazione di due estati fa, e la spesa per l'acquisizione dell'impianto, lo stadio costerà al club circa 35 milioni di euro.

La capienza totale sarà di 24000 posti, in linea con il bacino d'utenza della dea. Inoltre verrà realizzato un parcheggio sotterraneo di fronte alla curva sud per 360 posti auto, che rimarranno in gestione al Comune di Bergamo. Mentre al piano terra dell'impianto, ci saranno le attività commerciali e l'accesso all'arena.

Dal punto di vista urbanistico, la ristrutturazione dello stadio permetterà anche di riqualificare l'area cittadina circostante.


Di seguito le dichiarazioni dei rappresentati del club e del Comune presenti alla presentazione del progetto:

Sindaco Giorgio Gori:"Si tratta di una operazione che non coinvolge solo l’immobile stadio, ma ha un impatto rilevante su tutta la città. L’amministrazione è molto grata alla società Atalanta per questo e per quello che sarà il nuovo stadio e la nuova area. Questi lavori e tutto il progetto saranno un’occasione per riqualificare l’intera zona. Non dimentichiamo i progetti vicini della ex Montelungo e del Palazzetto dello Sport con la nuova Gamec".

Anche l'Assessore all'Urbanistica, Francesco Valesini, è intervenuto dicendo: "Si tratta di una scelta coraggiosa: della società per l’investimento fatto e dell’amministrazione che ha avviato una lunga procedura fatta per la prima volta come amministrazione e che oggi viene guardata come esempio da altre realtà. Un progetto che vuole porre l’attenzione verso la città, i suoi quartieri e dare quelle risposte di riqualificazione urbana che abbiamo capito e condiviso con il territorio".

Il Presidente dell'Atalanta B.C., Antonio Percassi, visibilmente emozionato, ha dichiarato: "Il 2017 è un anno che ha fatto la storia del club. Abbiamo fatto il record di punti in Serie A, il miglior piazzamento e raggiunto l'Europa che mancava a Bergamo da 26 anni. Inoltre il 17 ottobre abbiamo festeggiato i 110 anni di fondazione del club e firmato il rogito per l'acquisizione dell'impianto. Oggi (ieri ndr) presentiamo quello che è il sogno di tutti i tifosi, e di tutti gli appassionati che vogliono bene all'Atalanta". Per quanto concerne le caratteristiche dell'impianto, ha continuato dicendo: "Vogliamo che la curva dei nostri sostenitori offra un impatto come quella del Borussia Dortmund, ovvero un muro nerazzurro che dia carica alla squadra e incute timore agli avversari".

Il progetto verrà presentato anche a Roma il prossimo 14 novembre, nella sede del CONI, dove è probabile che si entri più negli aspetti economici - finanziari dato che la società ha intenzione di sottoscrivere un mutuo con l'Istituto per il Credito Sportivo.

Fabrizio Tarzia

fabriziotarzia@gmail.com
Visualizza il profilo di Fabrizio Tarzia su LinkedIn
© Riproduzione riservata

fonte ecodibergamo, bergamonerazzurra.com

Nessun commento