Header Ads

L'AC Reggiana si aggiudica la gestione dello stadio Mirabello

L'AC Reggiana 1919 SpA, squadra di Serie C, e Boxe Tricolore, società di Box di Reggio Emilia, hanno comunicato che la Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia, ha affidato all’ATI costituenda dalle predette società la gestione dello Stadio Mirabello, situato nel centro della città in  Via Matteotti, per due anni con l’opzione per altri due anni.

Reggiana e Boxe Tricolore hanno presentato un innovativo progetto che, oltre a contemplare gli aspetti sportivi, vuole valorizzare lo storico impianto cittadino come luogo di incontro e aggregazione per l’intera comunità reggiana attraverso un’importante opera di riqualificazione e rimodulazione degli spazi.

Entusiasta il Presidente Mike Piazza che ha dichiarato: “Per noi il Mirabello è come il Filadelfia per il Torino, rappresenta la nostra storia le nostre radici e ha rappresentato un pezzo importante della nostra passione granata. Un Mirabello proiettato nel futuro partendo dal nostro settore giovanile”. 

Luca Quintavalli, Presidente di Olmedo, Main Global Partner di Reggiana e Main Sponsor di Box Tricolore, oltre che storico direttore sportivo della società boxistica dal 1996 rimarca un altro aspetto fondamentale: “Il Mirabello dovrà essere un esempio virtuoso in cui il pubblico ed il privato, sportivo ed economico, lavorino insieme per il bene della città e per lo sviluppo dello sport cittadino”.

Questa è sicuramente una buona notizia, ma che non risolve la questione stadio del club granata. Infatti il Mirabello verrà utilizzato solo per le partite casalinghe delle giovanili, e considerando i cattivi rapporti con il Sassuolo, proprietario del Mapei Stadium di Reggio Emilia, il problema "stadio di casa" continuerà ad esserci. Ricordiamo che di recente, il Sassuolo ha minacciato la Reggiana dichiarando che in futuro non sarebbe stato più concesso l'utilizzo dell'impianto se i pagamenti dell'affitto non fossero stati saldati in maniera più puntuale.

Fabrizio Tarzia

fabriziotarzia@gmail.com
Visualizza il profilo di Fabrizio Tarzia su LinkedIn
© Riproduzione riservata

Nessun commento