Header Ads

Il Barcellona apre un ufficio operativo a New York



Il Barcellona si propone sempre più come club virtuoso dentro e fuori dal campo.
Il club vincitore dell'ultima Liga spagnola non si accontenta infatti dei 680 milioni di Euro fatturati nel corso dell'ultima stagione ( 630 - 635 al netto delle plusvalenze): fra gli obiettivi primari della società vi è infatti quello di raggiungere quota 1 miliardo di fatturato entro il 2021.
E proprio con l'intento di realizzare tale importante ed ambizioso traguardo, il club blaugrana ha inaugurato lo scorso Martedì l'apertura di un proprio ufficio operativo a New York, nella speranza di vedere così incrementare in maniera esponenziale i propri ricavi commerciali.
La sede, che si trova nelle vicinanze degli uffici della National Football League (NFL) e della Major League Baseball ( MLB), si aggiunge così a quella fatta costruire dal club ad Hong Kong nel 2013.
Il club campione in carica della Liga - rappresentato per l'occasione da una delegazione di dirigenti capeggiati dal Presidente Josep Maria Bartomeu - diventa così l'ultimo club europeo a poter vantare una presenza forte e stabile con una propria sede operativa oltreoceano.
L'ufficio lavorerà sotto la supervisione del vice Presidente del setore marketing e comunicazione blaugrana Manuel Arroyo, e di Francesco Calvo, "chief revenue officier" del club.
Gli Stati Uniti sono infatti considerati una meta privilegiata e un mercato molto attrattivo da parte dei più importanti club calcistici europei per incrementare in maniera significativa i propri ricavi: ogni anno sempre più numerosi club organizzano tournèè ed amichevoli durante la preparazione estiva.
Altri, come il Manchester United e i campioni in carica tedeschi del Bayer Monaco aveavano già provveduto a investire nel territorio attraverso l'installazione di una propria sede operativa.

L'ufficio però non servirà solamente da veicolo per incrementare i propri ricavi, ma anche come strumento per la trasmissione e la condivisione dei valori che definiscono e guidano le azioni del club blaugrana: in tal senso, il club ha già comunicato di voler implementare numerose iniziative di carattere sociale e di voler intraprendere diversi progetti di beneficienza nel tessuto locale.

Il club di Barcellona non può certamente considerarsi nuovo nel territorio statunitense, potendo infatti vantare numerose partnership oltreoceano, come quelle con Nike, Gatorade, Stanley Black & Decker, e con Gillette.
Inoltre, il Barca può godere di numerosi fans club a New York, Washington, Chicago, Miami, San Francisco e Charlotte.
Per non parlare dell'account Facebook statunitense del  club, che conta più di 3 milioni e mezzo di followers, di cui 275.000 a New York.

In aggiunta, il club ha già comunicato di non voler arrestare il proprio processo di internazionalizzazione, dichiarando pubblicamente la volontà di realizzare proprie sedi operative anche in Cina e Brasile,  mercati emergenti ritenuti di primario interesse per le strategie del club.

Francesco Sottile
Visualizza il profilo di Francesco Sottile su LinkedIn
© Riproduzione riservata






Nessun commento