Header Ads

Federer, contratto con Barilla: è ancora lui il re degli sponsor


Roger Federer non ha partecipato agli Internazionali Bnl d’Italia di quest'anno ma il nostro Paese gli ha regalato l'ennesima soddisfazione. Da alcuni giorni è ufficiale la notizia che il Gruppo Barilla ha legato il proprio brand alle imprese del tennista svizzero, diventando l'undicesimo sponsor stagionale. “Per tanti anni ho nutrito il sogno che Roger potesse unirsi a Barilla nell’affascinante missione di aiutare la gente a mangiare meglio, per la propria salute e la sostenibilità del Pianeta» ha commentato dopo l'ufficialità, il vicepresidente Luca Barilla. «Ora questo sogno è diventato realtà».

Nel corso di una carriera sportiva quasi ventennale, Federer ha fatto incetta di record e titoli: è primatista per numero di settimane in vetta alla classifica ATP con 302; ha conquistato due medaglie Olimpiche, ha vinto 91 tornei ATP nel singolare, di cui 18 Slam. L'ultimo dei quali l'Australian Open del 2017. Un trionfo incredibile e inaspettato alla luce di un 2016 difficile e caratterizzato da un infortunio.
All'inizio di quest'anno il tennista svizzero si è presentato tirato a lucido, ha aggiunto ulteriori colpi al suo infinito repertorio – il rovescio non è mai stato così sicuro e affidabile – ed è stato capace di conquistare anche i primi due Master 1000 americani, quello di Indian Wells e quello di Miami. Una striscia di successi su superfici veloci che ha convinto gli esperti di BetStars a considerarlo tra i favoriti per il prossimo Wimbledon, che si giocherà sull’erba - il suo terreno preferito. Opinione condivisa anche da un altro ex tennista che di Slam e di Wimbledon vinti se ne intende – è ancora suo il record per la vittoria “più giovane” nella storia del torneo – Boris Becker: "È molto probabile che Roger vinca Wimbledon quest’anno. Negli ultimi tempi ha fatto vedere grandi cose. Ha vinto in Australia, ad Indian Wells e a Miami, poi si è riposato. Penso che sia molto probabile che conquisti il suo ottavo titolo all’All England Club ed il suo diciannovesimo Slam."

Una carriera incredibile e un personaggio universalmente amato, Roger Federer. Un personaggio amato anche e soprattutto da alcuni dei più grandi brand mondiali che hanno legato il proprio nome ai suoi successi sul campo da tennis. Notevole la lista degli sponsor per il 2017: Rolex, Mercedes, Nike, Barilla, Credit Suisse, Jura, Moet & Chandon, Lindt, Wilson, Netjets, Sunrise. Una lista che conferma i risultati di uno studio condotto dall’Istituto di Marketing di Londra nel 2015 che identificava in Federer l'atleta più ambito e vendibile in assoluto; lo studio teneva in considerazione fattori come il valore commerciale, la presenza sui social media e i guadagni derivanti da premi e sponsorizzazioni.
Quello con Barilla è l'ultimo accordo di sponsorizzazione firmato da un atleta che è stato per anni sul podio dei più pagati al mondo. Anche nel 2016, anno in cui si è dovuto arrendere agli infortuni, si è piazzato al quarto posto della speciale classifica stilata da Forbes sui personaggi sportivi coi maggiori introiti dalle sponsorizzazioni.
Buone notizie anche per il nostro Paese. Non è una notizia di tutti i giorni un'azienda italiana che aggiunge al suo elenco di testimonial dunque un uomo immagine come Federer, esempio positivo in tutti i campi, a cominciare da quello nell'impegno nel sociale: la fondazione “Roger Federer” è sempre impegnata nella raccolta fondi per migliorare la qualità dell'istruzione nei paesi subsahariani.

Un personaggio a tutto tondo lo svizzero: sportivo di successo, sempre impeccabile nello stile e nel dress code, apprezzato dai colleghi, dagli esperti e dal pubblico. Un tennista diventato riconoscibile al pari o forse più del suo stesso sport, un traguardo raggiunto nel passato da pochi sportivi come Tiger Woods e Michael Jordan nel basket degli anni '90.


Nessun commento