Header Ads

Alibaba lancia la prima campagna globale per le Olimpiadi. La partnership con Pyeongchang 2018 prevede l'utilizzo di riconoscimento facciale e cloud computing


Dall’inizio del mese di febbraio 2018, la compagnia cinese Alibaba comincerà a trasmettere la prima campagna pubblicitaria per le Olimpiadi Invernali di Pyeongchang. Per Alibaba, la campagna creata in occasione delle olimpiadi, sarà la prima ad essere pubblicata a livello internazionale, e la prima ad includere il brand Alibaba.

Il contratto per la nuova partnership tra il Comitato Olimpico Internazionale e la compagnia cinese ha la durata di 12 anni, nei quali Alibaba dovrà fornire spazio di archiviazione di informazioni virtuali (cloud computing) con tecnologie di riconoscimento facciale, e di una piattaforma di servizi commerciali virtuale (e-commerce).

Nonostante non si sappia nello specifico la cifra per la quale è stato stipulato il contratto, secondo l’emittente Reuters, si tratterebbe di un valore di circa centinaia di milioni di dollari.

Questa manovra pubblicitaria rappresenta un cambiamento nel modello standard online che è stato utilizzato da Alibaba fino a questo momento; probabilmente ciò è stato causato dalla saturazione del mercato, e dall’aumento della competizione di altre piattaforme online come Tencent e JD.com. L’aumento della popolarità di queste piattaforme ha spinto Alibaba a ricercare un mercato internazionale, e le olimpiadi rappresentano un’opportunità molto allettante per entrambe le parti.

In questo modo, il brand Alibaba sarà maggiormente conosciuto a livello mondiale, e le Olimpiadi otterrà un’espansione digitale notevole. Per realizzare questi obiettivi, Alibaba ha sviluppato tre spot pubblicitari, con tre temi differenti.

Chris Tung, direttore del marketing di Alibaba, ha anche iniziato le trattative con altre compagnia partner delle Olimpiadi, come P&G, Coca-Cola, Samsung e Intel. Tung ha anche aggiunto che durante questa edizione delle Olimpiadi Invernali, Alibaba sarà in grado di comprendere cosa manca alle Olimpiadi. Infatti, la compagnia non vede l’ora di avere un impatto fondamentale delle Olimpiadi di Tokio 2020 e per le Olimpiadi Invernali di Pechino 2022.

Tung ha concluso dicendo che i servizi forniti da Alibaba di cloud computing e di riconoscimento facciale permetteranno ai Giochi Olimpici di aumentarne la qualità e di tagliare i costi. Infatti, i servizi di biglietteria e quelli informatici verranno migliorati affinché siano economicamente più efficaci. Inoltre, i servizi di archiviazione dati sono molto costosi, tenendo in considerazione il fatto che fino ad ora, ogni comitato olimpico ha dovuto costruire un nuovo data center in ogni città in cui si sono disputate le Olimpiadi.

Questo sviluppo infrastrutturale ha sempre avuto un ruolo fondamentale, ma ha anche causato l’abbandono di molte di queste strutture. Alibaba si è indentificata come la compagnia ideale per risolvere questo problema, utilizzando strategie di cloud computing, che non occupano spazio a livello fisico.

Cheyenne Lolita Sala
Visualizza il profilo di Cheyenne Lolita Sala su LinkedIn
© Riproduzione riservata

Nessun commento