Navigation Menu

Under Armour rivede i contratti con i suoi atleti a causa del Covid-19


L'azienda di abbigliamento sportivo Under Armour sta rinegoziando i contratti con gli atleti per compensare l'impatto negativo finanziario dovuto al Covid19.

Nel primo trimestre 2020, il brand americano con sede a Baltimora ha ha registrato un fatturato di 930 milioni di dollari e una perdita netta di 590 milioni di dollari. Numeri che registrano un calo del 23% sulle vendite.

Under Armour stima che le entrate nel secondo trimestre dell'anno potrebbero diminuire dal 50 al 60% se la maggior parte dei negozi rimarranno chiusi a causa dell'emergenza sanitaria.

L'azienda ha confermato che di aver rivisto gli accordi con i testimonial per dilazionare i pagamenti dei compensi.

Tra gli sportivi più famosi che hanno legato la propria immagine a Under Armour ci sono Steph Curry, Bryce Harper, Tom Brady, Anthony Joshua, Jordan Spieth, Kelley O'Hara, Georgia Ellenwood, Chloe Logarzo e Misty Copeland.

Tutti i principali brand di sportswear hanno subito un duro colpo in questi mesi di crisi. Sia adidas che Puma hanno visto i loro utili netti del primo trimestre calare rispettivamente del 97% e del 61%. Tuttavia, Under Armour è la prima azienda del comparto a dichiarare pubblicamente che sta rinegoziando alcuni dei suoi contratti con gli atleti.

0 commenti: