Navigation Menu

KPI e non solo: conosci la tua azienda?


I famosi KPI (Key Performance Indicator), sono diventati un parametro imprescindibile per le aziende e vengono stabiliti a monte di ogni operazione economica e commerciale. Servono principalmente a capire come sta procedendo un’azione all’interno dell’azienda e a valutarne nel tempo l’efficacia.
Non esistono KPI univoche per ogni attività aziendale, esse vanno individuate per ogni singolo caso. Molte sono inoltre difficilmente individuabili nell’immediato e richiedono un lasso di tempo per poterne verificare l’andamento.
Per avere quindi un quadro più completo ci si avvale di strumenti di catalogazione ed interpretazione dei dati, come il software per il controllo di gestione, che è sicuramente quello più consigliato per imparare a conoscere la propria azienda.

Conoscere la propria azienda

Ciascuna attività ad oggi produce una mole di dati importante, che derivano dalle diverse azioni che si compiono.
Dal magazzino alla produzione, dalle vendite al marketing, ogni aspetto della tua azienda ha qualcosa da dirti e lo fa attraverso la produzione di informazioni.
Senza un programma che cataloga e rende fruibili questi dati, diventa praticamente impossibile non solo organizzarli ma soprattutto interpretarli.
Le cifre prodotte infatti ci raccontano una parte della nostra azienda e, a seconda del periodo di tempo che vogliamo analizzare, ci danno delle indicazioni su come migliorare i comparti che non danno i risultati attesi o come aumentare le risorse nei settori che danno riscontri positivi.
Capiamo bene dunque che la conoscenza profonda delle dinamiche aziendali è un vantaggio competitivo importante che, se usato in maniera smart, ci pone in una posizione avvantaggiata rispetto ai competitor. Ogni realtà ha poi un proprio specifico core business ed è su quello che bisogna puntare per collocare l’azienda dove ci si aspetta di vederla.


Analisi ed interpretazione dei dati

Come già sottolineato, stabilire le KPI di una determinata azione è un primo passo e va sicuramente improntato. Il tutto va però coordinato insieme ad una analisi dei dati correlata all’obiettivo da raggiungere. Sui dati economico-finanziari l’analisi è facilitata perché i numeri in positivo o negativo, balzano subito agli occhi. Il difficile arriva quando bisogna focalizzarsi sulla brand awareness e sulla customer satisfaction. Come procedere in questo caso? Affidarsi intanto ad un software di gestione in grado di schedare anche queste informazioni e poi pianificare delle indagini di mercato specifiche su questo tipo di informazioni.
Tutto ciò che ruota intorno ad un prodotto ha una chiave meramente numerica e l’altra contenutistica. Messi insieme i due parametri in maniera professionale, viene fuori il valore della tua azienda.
Il software è un supporto irrinunciabile, ma per essere davvero utile ha bisogno di un consulente esperto per tirare fuori l’analisi e l’interpretazione corretta. Ai numeri va infatti aggiunta la competenza in materia e l’esperienza sul campo. In un mercato in costante evoluzione, bisogna arrivare sempre preparati e anticipare gli andamenti dell’economia per non andare in sofferenza. Non dimentichiamo inoltre che, avere dati a disposizione subito consultabili, consente di agire in maniera tempestiva anche nelle situazioni di emergenza o per sopperire ad imprevisti.
I sistemi di automazione catalizzano il lavoro, la componente umana lo interpreta per trarne vantaggi con intelligenza.

0 commenti: