Navigation Menu

Doppio appuntamento con la MotoGP al Circuito Marco Simoncelli di Misano



Il motomondiale fa tappa in Italia e per ben due gare consecutive si correrà al Circuito Marco Simoncelli di Misano, nelle date del 13 e 20 settembre. Due appuntamenti incredibili per gli amanti della MotoGP, che avranno l’occasione di godersi per due weekend di fila i propri piloti preferiti su uno dei circuiti più belli del mondiale. Vista l’impossibilità di averne due nello stesso paese, il primo sarà nominato Gran Premio di San Marino, mentre il secondo GP dell’Emilia-Romagna. A prescindere dalla nomenclatura, però, ciò che è certo è che saranno le emozioni e l’imprevedibilità le grandi protagoniste di questi appuntamenti, con le quote MotoGP davvero equilibrate.

Dopo un emozionante Gran Premio d’Austria del 23 agosto, per la MotoGP è stato tempo di prendersi una pausa estiva di tre settimane, per poi ricominciare in grande stile. A settembre, infatti, il campionato del mondo farà tappa in Italia per ben due volte, destinazione Misano. Il circuito che ospiterà le gare è il Misano World Circuit, intitolato all’ex pilota purtroppo deceduto Marco Simoncelli. Un circuito di oltre 4,2 km, con tante curve (10 a destra e 5 a sinistra), ma anche bei e lunghi rettilinei, caratteristiche che lo rendono imprevedibile e ricco di sorprese ogni anno. Dal 2012 ad oggi, infatti, sono ben cinque i piloti diversi ad aver trionfato, tre spagnoli e due italiani. 

Nell’ultima edizione, tenutasi nel 2019, ad avere la meglio fu il pilota della Honda Marc Marquez, che vinse dominando una gara splendida, ad anticipare il suo sesto mondiale di sempre in MotoGP. Il “Cabroncito” spagnolo è anche quest’anno uno dei grandi favoriti per la vittoria del titolo, anche se l’infortunio subito a inizio stagione sta compromettendo il suo percorso. Se, infatti, a inizio anno era il favorito numero uno e più quotato nelle quote MotoGP, la rottura dell’omero lo ha costretto a fermarsi più del previsto. Il mondiale sembra ormai perso e la stagione da dimenticare, ma di sicuro il baby-fenomeno spagnolo si prenderà il tempo rimanente per prepararsi al meglio alla prossima, cercando il suo nono titolo.

A Misano sarà anche l’occasione per Andrea Dovizioso e la sua Ducati di continuare la corsa al titolo di campione del mondo. Il pilota romagnolo correrà in casa, a pochi chilometri da dove è nato, cresciuto e diventato il motociclista che è oggi. Mai come quest’anno il primo pilota della Ducati può puntare al titolo, in un duello che sarà un punto a punto contro il rivale francese della Yamaha Fabio Quartararo. Tre soli i punti di distacco tra i due, con il francese che è partito alla grande nel mondiale ed è sempre stato uno dei competitor alla vittoria finale contro Marquez nelle quote MotoGP. Dopo la vittoria all’esordio in Spagna sul circuito di Jerez, Quartararo ha subito doppiato con il primo posto anche nel GP successivo sulla stessa pista. Per il Dovi, invece, l’unica vittoria è arrivata in Austria, ma i tanti podi e la costanza di risultati gli hanno permesso di restare sempre ai vertici della classifica.

Da non sottovalutare mai, soprattutto quando si corre su un circuito come Misano, è Valentino Rossi, che in Riviera corre sempre in casa. A Misano ha già vinto tre volte, conquistando numerosi podi e compiendo alcune delle rimonte più incredibili della sua carriera. Proprio per questi motivi, sebbene la corsa al titolo sia davvero complicata, il pilota italiano resta sempre un favorito nelle scommesse quote MotoGP. L’ultima vittoria risale al 2014 e dopo di lui solo un italiano ha trionfato in Romagna, ovvero Andrea Dovizioso nel 2019, preceduto negli anni solo da Marquez, Pedrosa e Lorenzo. Proprio il maiorchino, arrivato in Honda nel 2019 dopo due anni in Ducati, sta passando un periodo difficile, condito dall’esclusione nel 2020 alle corse per una mancanza di posti disponibili e da una scorsa stagione terribile, dove ha conquistato solo 28 punti totali. 

Due weekend in due settimane di fila per la MotoGP a Misano, in un circuito dalle grandi emozioni e che ha sempre regalato spettacolo. I Gran Premi di San Marino e della Riviera saranno gli appuntamenti perfetti per iniziare a decretare i reali favoriti per la corsa al titolo, con una classifica al momento ancora corta e diversi piloti a pochi punti di distanza.


0 commenti: