Header Ads

Tutti i numeri dell'NBA All-Star Game 2018


L’NBA All-Star Game 2018, il sesto nella città di Los Angeles (un record), si giocherà nella notte tra domenica 18 e lunedì 19 febbraio allo Staples Center (2:00 ora italiana). Il 67esimo All-Star Game, che raggiungerà fan in 215 nazioni e territori e in 50 lingue attraverso i partner televisivi e digitali della NBA, verrà trasmesso in Italia da Sky Sport.

Si tratterà del primo NBA All-Star Game senza la sfida tra Eastern Conference e Western Conference. Con il nuovo format, infatti, i capitani delle squadre LeBron James e Stephen Curry hanno selezionato i roster dalla lista di giocatori votati come titolari e riserve di ciascuna conference.

Di seguito alcuni numeri e curiosità sull’NBA All-Star 2018.

NBA All-Star a Los Angeles

· 3 – Lo Staples Center ospiterà l’NBA All-Star per la terza volta (2004, 2011).

· 55 – Quest’anno ricorre il 55° anniversario del primo NBA All-Star Game giocato a Los Angeles (1963). Quella notte, Bill Russell fece registrare 19 punti e 24 rimbalzi, guidando l’Est alla vittoria per 115-108 sull’Ovest

· 1983 – Pochi istanti prima dell’All-Star Game del 1983, al ‘The Forum’ si esibì la leggenda dell’R&B Marvin Gaye, che reinterpretò The Star-Spangled Banner in chiave soul.

· 515 – L’NBA All-Star 2018 ospiterà 515 giornalisti internazionali provenienti da 44 nazioni e territori.

NBA Cares

· 15,500 – Al termine dell’NBA All-Star 2018, saranno più di 15,500 i membri della famiglia NBA ad aver svolto attività di volontariato durante l’NBA Cares All-Star Day of Service, a partire dall’evento inaugurale del 2008. Gli sforzi collettivi hanno portato alla costruzione di oltre 90 luoghi dove bambini e famiglie possono vivere, imparare o giocare, e alla preparazione di oltre 280,000kg di cibo per le famiglie.


Basketball Without Borders

· 67 – Sessantasette ragazzi e ragazze provenienti da 36 nazioni parteciperanno alla quarta edizione del Basketball Without Borders (BWB) Global Camp, che si terrà presso le strutture di allenamento dei Lakers dal 16 al 18 febbraio.

Mtn Dew Kickstart Rising Stars

· 9 – Saranno nove le diverse nazioni rappresentate nel roster del World Team.

· 1 – Donovan Mitchell è in corsa per diventare il primo rookie degli Utah Jazz a guidare il team per punti segnati al termine della stagione, mentre Ben Simmons (Philadelphia 76ers’) è sulla buona strada per diventare il primo rookie dai tempi di Magic Johnson (1979-80) a totalizzare una media di almeno 16 punti, 7 rimbalzi e 7 assist a partita per una stagione.

State Farm® All-Star Saturday Night

· 8 – Saranno otto gli NBA All-Star che parteciperanno agli eventi della Saturday Night: Bradley Beal (JBL Three-Point Contest); Andre Drummond (Taco Bell® Skills Challenge); Joel Embiid (Skills); Paul George (Three-Point); Al Horford (Skills); Kyle Lowry (Three-Point); Victor Oladipo (Verizon Slam Dunk) e Klay Thompson (Three-Point).

· 1984 – L’ex NBA All-Star Larry Nance, padre del partecipante al Verizon Slam Dunk Larry Nance Jr., vinse la prima gara delle schiacciate all’NBA All-Star del 1984.


NBA All-Star Game

· 314 – LeBron James è il miglior realizzatore nella storia dell’All-Star Game con 314 punti.

· 500,000 – Il Team LeBron (che gioca in favore dell’After-School All-Stars Los Angeles) e il Team Stephen (per Brotherhood Crusade) doneranno complessivamente 500,000 dollari alle organizzazioni locali. L’organizzazione legata al team vincente riceverà 350,000 dollari, quella del team perdente 150,000 dollari.

· 20 – I San Antonio Spurs, quest’anno rappresentati da LaMarcus Aldridge, vantano almeno un loro giocatore tra quelli selezionati per l’All-Star Game nelle ultime 20 edizioni (striscia attiva più lunga della NBA).

· 5 – Stephen Curry sarà il primo giocatore nella storia dei Warriors ad essere titolare nell’All-Star Game per cinque edizioni consecutive.

· 11 – Il vincitore di undici Grammy® Award Pharrel Williams e i suoi N.E.R.D si esibiranno durante l’intervallo dell’All-Star Game.


NBA G League International Challenge presented by Kumho Tire

· 13 – Tredici dei migliori giocatori della NBA G League sono stati selezionati per formare il team NBA G League USA e competere contro la nazionale messicana, in occasione del primo match di esibizione internazionale di sempre all’NBA All-Star.

Nessun commento