Header Ads

Enna Calcio: azionariato popolare e gestione diretta dello stadio

La societa’ dell’Enna Calcio” che attualmente milita nel Campionato Regionale Siciliano di Prima Categoria , risulta essere un “vincente modello aziendale di riferimento”, per la sfida allo “sport industry”! 

Con il progetto Forza Magica Enna ,(supportato dall’Ordine dei dottori Commercialisti di Enna) la società “giallo- verde” , nel settembre 2016 ,   ha proposto una raccolta fondi per garantire al proprio club, le giuste risorse finanziarie, finalizzate a dare stabilita’ alla gestione societaria. 

In tema di calcio marketing , l’iniziativa dell’Enna Calcio, ha modificato il profilo del tifoso e dell’appassionato sportivo che da “consumatore del prodotto calcio”, passa a quella di “finanziatore del capitale sociale” di una squadra di calcio.
Enna Calcio “sostenitore” di un nuovo modello di governance, che in tema di fenomeno sociale, allo stato ha coinvolto il territorio , le istituzioni, gli stakeolder , le associazioni di categoria.

Successivamente alla proposta di “azionariato sociale” posta in essere dall’Enna Calcio, il club siciliano ha attivato, una politica di fidelizzazione dei “supporters” che hanno soddisfatto tale iniziativa, coinvolgendo gli stessi nelle attività sociali e di marketing del club “giallo-verde”.



Per l'Enna calcio il consolidamento di una struttura societaria sempre più professionale continua nel suo percorso. Lo scorso 22 giugno la società gialloverde dei presidenti Enzo Grippaudo e Luigi Stompo  ( amministratore delegato Fabio Montesano e direttore generale Riccardo Caccamo) ha sottoscritto con il Comune di Enna la convenzione con cui l'ente locale ha affidato lo stadio Generale Gaeta per 10 anni alla società gialloverde. 

Questo atto arriva dopo una gestazione di quasi 1 anno passato da un bando ad evidenza pubblica dove oltre all'Enna avevano partecipato altre società. Ma la proposta dell'Enna è stata ritenuta quella più favorevole poiché prevede investimenti nel decennio per diverse centinaia di migliaia di euro a partire dal rifacimento del manto erboso naturale con un tecniche di ultima generazione.

Ma sono previsti anche altri interventi come la riapertura della parte della gradinata che da nel viale IV novembe ormai chiusa da oltre un ventennio. Ma tanti altri sono gli interventi previsti e che dovrebbero rendere l'impianto sportivo una casa sportiva viva tutta la giornata sette giorni su sette per 365 giorni l'anno e non solo da un punto di vista sportivo. A questo importante atto si va ad aggiungere quello consumato nel pomeriggio di lunedì 25 giugno con il consolidamento del rapporto di collaborazione tra l'Enna e l'FC Enna del presidente Rino Lo Vullo, società che si occupa esclusivamente di calcio giovanile e con cui l'Enna calcio collabora da diversi anni. In pratica due componenti dell'FC Enna faranno parte stabilmente della dirigenza gialloverde ed il loro tecnico Riccardo Gervasi ricoprirà il ruolo di Responsabile Area Tecnica dei due settori giovanili. Il tutto per potenziare l'attività giovanile dell'Enna calcio calcio in particolare e che abbia come obiettivo quello di far crescere i numero maggiore possibile di atleti del vivaio con l'obiettivo che questi arrivino sino alla formazione maggiore che oggi milita nel campionato di Promozione. Nella scorsa stagione tra nati dal 1999 al 2001 sono stati oltre 20 i giocatori che hanno fatto il loro esordio nella formazione maggiore contribuendo in modo determinante alla salvezza. 

Il tutto si va ad aggiungere al grande progetto “madre”, quello dell'azionariato diffuso che ha portato l'Enna calcio ad essere una novità nel panorama dilettantistico e non solo calcistico nazionale. Un progetto questo che sta suscitando non poco interesse e curiosità in tutto lo stivale e una totale apertura di credito da parte della città che sta condividendo in pieno il progetto di rete che la società gialloverde sta portando avanti con una collaborazione e presenza anche in ambienti non solo sportivi sportivi, in particolare in quelli di carattere sociale. Lo scorso anno al ritorno nel campionato di Promozione grazie al ripescaggio gli sportivi e non solo che hanno sottoscritto l'abbonamento sono state quasi 350.

Antonio Sanges 
AICAS - Associazione Italiana Commercialisti Azienda Sport

Nessun commento