Header Ads

Il diritto di opzione : disciplina e modalità di utilizzo


Calcisticamente parlando la Spagna negli ultimi anni è stata un vero e proprio modello per tifosi e appassionati ma potremmo dire anche per il nostro ordinamento sportivo. 

Infatti alcuni istituti come, ad esempio, la cd clausola de rescision e il diritto di recompra nati e disciplinati in Spagna, sono entrati nel nostro sistema calcistico e, per chi segue da vicino il calcio, anche nel lessico sportivo giornaliero.

La parola recompra è di facile intuizione e il diritto di recompra o per meglio dirlo in italiano diritto di opzione - disciplinato dall'art 102 delle Norme Organizzative Interne Federali FIGC - è quel diritto "a favore della società cedente al fine di attribuire a quest'ultima la facoltà di riacquisire a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive del calciatore trasferito" che può essere previsto negli accordi di cessione definitiva di contratto. 
Uno strumento molto utile che permette alla società cedente di cedere un proprio giocatore (molto spesso si tratta di giovani), che magari farebbe fatica a trovare spazio nella rosa, ad un club dove può essere valorizzato, sapendo che lo stesso potrà essere riacquistato successivamente ad un prezzo già preventivamente fissato, non subendo quindi eventuali aumenti di cartellino a seguito di un campionato da protagonista.

La possibilità di inserire questa clausola è tuttavia subordinata a condizioni ben precise.

Qui potrai continuare la lettura dell'articolo.

Sara Messina 
Visualizza il profilo di Sara Messina su LinkedIn
© Riproduzione riservata 


Nessun commento