Navigation Menu

Analisi sulle operazioni di calciomercato della sessione invernale. Nei big five spesi 654 milioni di dollari


“Tranquillo” e “lento”: due termini indicativi, utilizzati dalla stampa Europea per descrivere la sessione invernale nei grandi 5 campionati. In effetti, il clima per l’intero periodo è stato abbastanza rilassato, senza grandi sorprese o raffiche di trasferimenti nel giorno di scadenza. Potrebbero essere una sorpresa, invece, le commissioni effettive di alcune trasferimenti.

Secondo quanto riportato da KPMG Football Benchmark, le spese di gennaio per i nuovi acquisti nei cinque grandi campionati (654 milioni di dollari) sono diminuite di un terzo rispetto a un anno prima (979 milioni). 

Quest'anno non si è vista la stessa frenesia degli anni scorsi. I club inglesi della Premier League hanno investito meno della metà sui nuovi acquisti rispetto a un anno prima. Ciononostante, la Premier League rimane tuttora il massimo “spender” nel calcio europeo, seguita dalla Serie A italiana. La Liga, la Bundesliga e la Ligue 1 hanno anche vissuto una finestra di spesa contenuta con una sessione per lo più tranquilla.

Nonostante ciò, abbiamo visto alcuni trasferimenti strategici di alto profilo. Il prezzo più alto è stato pagato per il ventenne americano, Christian Pulisic - il Chelsea si è assicurato la sua firma dal Borussia Dortmund per 64 milioni di euro. Sebbene l'olandese Frenkie De Jong abbia una commissione ancora più alta (75 milioni di euro), il suo trasferimento dall'Ajax a Barcellona avverrà solo a luglio, e quindi tecnicamente appartiene alla prossima finestra di trasferimento estiva. L'AC Milan scala la classifica, con Lucas Paquetá e Krzysztof Piatek per 35 milioni di euro ciascuno. Questi due trasferimenti da soli, che per ora sembrano essere azzeccati, hanno prodotto quasi la metà della spesa totale in Serie A.

Come sempre, alcuni big-name hanno fatto notizia, compreso quello di Higuain in prestito al Chelsea dalla Juventus fino alla fine della stagione in corso. Il Chelsea può estendere il prestito fino al giugno 2020, per un corrispettivo di 18 milioni di EUR da versare nel 2019-20 anno finanziario. Oppure può firmare per l’acquisto del 31enne argentino per un corrispettivo di 36 milioni di euro da versare in due anni. L'arrivo di Higuain avrebbe significato vedere andar via Álvaro Morata, che passa dal Chelsea all'Atletico Madrid con un prestito di 18 mesi.

Un altro importante contratto di prestito ha permesso a Denis Suárez di raggiungere l'Arsenal da Barcellona per il resto della stagione, con l'Arsenal che ha la possibilità di acquistare lo spagnolo venticinquenne in estate.
La concessione di giovani talenti è abbastanza comune anche nei club più grandi. Il Chelsea ha concesso in prestito 11 giovani giocatori questa volta. La strategia può dare i suoi frutti - con più tempo di gioco, questi giocatori possono svilupparsi più velocemente e il loro valore può crescere in modo significativo. Più tardi, il club proprietario può decidere se costruire il giocatore più esperto nella squadra o venderlo.

La vendita di talenti può essere un dilemma più grande. Col senno di poi, il Manchester City potrebbe avere il rammarico di aver venduto Jadon Sancho a Dortmund per un costo di 7,84 milioni di euro nell'agosto 2017 - l'attaccante, che ora ha 18 anni, ha un valore di mercato di 46 milioni di euro. Un probabile esempio anche per il Chelsea, che non ha permesso a Callum Hudson-Odoi di unirsi al Bayern Monaco a gennaio, nonostante l'offerta di 35 milioni di euro per il 18enne attaccante inglese. I campioni di Germania in difesa si schiereranno di nuovo per Hudson-Odoi nella finestra di trasferimento dell'estate - quanto il club offrirà e quanto aumenterà il suo valore, vedremo tra un paio di mesi.

Alice Chiello
Visualizza il profilo di Alice Chiello su LinkedIn
© Riproduzione riservata

0 commenti: