Navigation Menu

Il Pescara Calcio apre all'internazionalizzazione. Il club abruzzese parteciperà a un tour in Nord America


Nella conferenza stampa tenutasi nel Delfino Training Center di Città Sant’Angelo, per il tramite della Voice & Comunication srl rappresentata da Biagio Corrente, il Pescara Calcio ha siglato un accordo con il CRAM per l’avvio di una collaborazione in ambito sportivo su scala globale.

Grazie alla rete delle associazioni di abruzzesi presenti all'estero (oltre 150) ed in particolare a quelle del Canada, con tale intesa il CRAM s’impegna a creare le condizioni per consentire alla massima società sportiva abruzzese di partecipare, nel mese di giugno 2020, ad un tour sportivo nel paese nord americano. 

Due le gare amichevoli previste: una a Toronto e l'altra, presumibilmente, ad Hamilton. In entrambe le città ad accogliere la società sportiva ci sarà una foltissima comunità abruzzese: non a caso Toronto, con i suoi 80.000 abruzzesi, è nota come la “seconda città d'Abruzzo”.

Il Pescara Calcio inoltre, con questa operazione pone le basi per creare delle vere e proprie Academy anche all’estero ed allargare la sua base operativa sia a livello di immagine che tecnica. Attualmente sono 16 le Academy presenti su Tutto il territorio nazionale per oltre 1600 bambini. 
Nel corso dell'estate 2020 infatti, la società pescarese assicurerà anche l'organizzazione di tornei giovanili cui saranno invitate le rappresentative delle comunità abruzzesi all'estero. Oltre al Canada sono compresi nel progetto anche USA e Belgio.

Un progetto di grandissimo rilievo per il futuro dell’Abruzzo e per valorizzare il legame con le comunità abruzzesi nel mondo, come sottolineato durante la conferenza stampa cui hanno partecipato il Presidente della Giunta regionale d'Abruzzo e del CRAM, Marco Marsilio, l'Assessore regionale allo Sport Guido Liris e il padrone di casa, il Presidente del Pescara Daniele Sebastiani.

0 commenti: