Navigation Menu

La Via del Kung Fu


Il Kung Fu è la parola con cui si fa riferimento alle arti marziali cinesi e sempre di più ad uno stile di vita ben preciso, ecco perché spesso si parla di Via del Kung Fu. La parola di per sé ha un significato trasversale, Gong Fu, duro lavoro o lavoro eseguito con grande abilità e può fare quindi riferimento anche ad altre attività.

Un pittore che dipinge con costanza ed impegno fa Kung Fu,
uno scrittore che scrive e migliora di continuo il suo stile fa Kung Fu,
un’atleta che si allena con dedizione fa Kung Fu.

Motivo per cui “fare Kung Fu” si applica a tutte le circostanze della vita, sia nelle situazioni di ogni giorno, ma anche nelle sfide più ardue.

Questa disciplina ha origini antiche, sicuramente si parla di metodi per il combattimento anche prima della nascita di Cristo, ma il nucleo vero e proprio delle prime tecniche e dei principi morali nasce solo a partire dal V secolo d.C. In base ai racconti e ai testi che abbiamo a disposizione sappiamo che fu un monaco buddista di origine indiana di nome Bodhidharma a creare lo stile Shaolin, la madre di tutti gli stili e a cui si attribuisce anche la diffusione del Buddismo Chan (Zen).

Nei testi si fa riferimento ad un monaco illuminato, estremamente saggio e arrivato in Cina proprio per divulgare importanti principi del Buddismo. Ecco perché il Kung Fu in qualche modo eredita un aspetto morale che è indissolubile, attenzione niente a che vedere con la religione, ma sicuramente con i principi morali.

Corso di Shaolin

Nel Corso Shaolin Milano della nostra Scuola di Kung Fu Xin Dao abbiamo molto a cuore sia l’evoluzione tecnica del praticante che quella personale, elementi fondamentali della pratica sono:

• Le posizioni di base che forniscono radicamento e stabilità al praticante
• Le tecniche di gamba e di pugno, che rappresentano le fondamenta iniziali.
• Le forme tradizionali cinesi, sia moderne che antiche, abbiamo infatti la fortuna di aver ereditato importanti forme che hanno anche 400 anni e sono state tramandate nel tempo da Maestro ad allievo, fino ai giorni nostri. Rappresentano quindi sia uno strumento di pratica prezioso, sia un elemento storico da custodire con rispetto.
• Le tecniche in coppia, leve articolari per liberarsi da una presa o per controllare l’avversario e proiezioni per sbilanciare l’avversario e svincolarsi da situazioni di pericolo.
• Lo studio delle migliori strategie di combattimento, perché seppur l’arte marziale abbia molteplici finalità sicuramente il combattimento è uno degli aspetti da approfondire.

Oltre a questo, una buona Scuola (qualsiasi disciplina facciate) dovrebbe portare a far conoscere la cultura e la tradizione della disciplina, per cui i nostri praticanti studiano la storia del Kung Fu con i suoi illustri Maestri, i suoi famosi templi e gli stili più importanti.

Perché partire dallo Shaolin? Lo Shaolin rappresenta un ottimo stile per avvicinarsi all’arte marziale perché il più completo, tanto che in Cina sono migliaia i bambini che ogni anno si avvicinano alla disciplina sviluppando capacità motorie ed educative, così come gli adulti.
Inoltre, valori come il rispetto nei confronti del prossimo, la lealtà e la fiducia sono per noi fondamentali sia tra Maestro e praticante sia tra fratelli di pratica.

Il cuore del Kung Fu sta nella pratica, ma questa rappresenta solo una parte, infatti è lo stesso praticante che a furia di allenarsi si rende conto di quanto il suo carattere muti e si rafforzi nel tempo. Ecco perché alle arti marziali cinesi spesso si associa l’espressione Via del Kung Fu, perché rappresentano un vero e proprio stile di vita all’insegna della rettitudine e della passione nel seguire i propri sogni con coraggio.


Maestro Marco Gamuzza
Scuola Xin Dao

0 commenti: