Navigation Menu

I calciatori più ricchi del pianeta

Il calcio moderno è innanzitutto un business. L'idea romantica di uno sport che si è fatto spazio nel cuore di milioni di persone in tutto il mondo è ormai svanita. 
Da quando le pubblicità e le sponsorizzazioni di maglie, stadi ed eventi hanno preso il sopravvento, lo sport più seguito al mondo è diventato principalmente una questione di denaro, prima ancora che uno spettacolo, come lo dimostra un campionato come la Premier League
Non deve sorprendere, dunque, se oggigiorno un calciatore è una sorta di stella del jet set, un VIP al 100%, come se fosse stato una stella del rock negli anni '60 o '80, quando il glamour investiva la società e proponeva dei modelli attraverso i musicisti. 
Oggi i calciatori sono personaggi sempre sotto i riflettori, i cui comportamenti vengono ripresi continuamente. Tali giocatori, ovviamente, sono ben remunerati sia in termini di salario, sia per quanto riguarda i compensi da parte delle aziende che li hanno ingaggiati come testimonial. Ecco di seguito quali sono i calciatori più ricchi in assoluto.


Messi, fenomeno mondiale




Il Barcellona ha dovuto fare un enorme sacrificio economico per riuscire a rinnovare di nuovo il suo contratto, ma alla fine Lionel Messi ha firmato fino al 2022, quando avrà 35 anni. L'attaccante argentino, per molti il migliore calciatore del mondo, guadagnerà così 40 milioni l'anno nelle prossime stagioni, e solo di salario da parte del club catalano. Ciò che invece non si conta sono gli sponsor, tra i quali spicca la marca tedesca Adidas, grazie ai quali l'argentino sfiora i 126 milioni di euro annuali, una cifra spaventosa. 

La figura dell'argentino, che recentemente si è infortunato al gomito e sarà indisponibile per le prossime tre settimane, è talmente grande che nonostante abbia 31 anni, il club catalano è disposto a fargli ponti d'oro e di accontentarlo in tutto pur di non perderlo. 
Ago della bilancia, è l'assoluto protagonista degli ultimi dieci anni della storia del Barça, che dopo l'addio di un fenomeno come Ronaldinho ha puntato totalmente su di lui, venendo ripagato abbondantemente. 
Immagine anche di un ragazzo pulito dentro e fuori dal campo, Messi è l'idolo di tanti bambini e non sorprende che sia il testimonial più cercato in assoluto, nonostante sia pressato da una serie di rivali.

Cristiano Ronaldo, oltre il goal



Il principale rivale di Messi è Cristiano Ronaldo, che si è spartito perfettamente con lui gli ultimi dieci palloni d'oro ed è uno dei calciatori più importanti dell'epoca moderna. Implacabile sotto porta, il portoghese si è trasformato nelle ultime stagioni in un perfetto terminale offensivo dopo essere stato un'eccellente ala. 

Velocissimo e dotato di un grande colpo di testa, Ronaldo ha vinto le ultime tre Champions League con il Real Madrid in qualità di capocannoniere della competizione più prestigiosa di tutte. Il suo passaggio alla Juventus avvenuto quest'estate è figlio della voglia di provare una nuova sfida e provare a vincere la Champions anche con la squadra torinese, che sebbene sia l'assoluta favorita al titolo della Serie A come dimostra la quota di 1,30 del 24 ottobre delle scommesse sportive specializzate, non ha ancora dimostrato il suo vero valore in Europa. 

Tuttavia, con un Ronaldo in forma gli juventini possono davvero aspirare a far bene anche in Europa. Se osserviamo l'andamento attuale della squadra allenata da Massimiliano Allegri, infatti, possiamo notare come l'inizio della stagione attuale di Champions League è stato piuttosto convincente. Dal canto suo, Ronaldo spicca come il secondo calciatore con più ingressi al mondo con 100 milioni, 30 dei quali arrivano direttamente dalla Juventus, mentre gli altri sono provenienti dalla famosa marca Nike e da altre multinazionali di prestigio come ad esempio la Gillette.

Neymar Jr, calcio e danza

Più giovane dei due atleti sopra citati, ma senza essere riuscito ancora a superarli, Neymar Jr occupa attualmente il terzo gradino del podio dei giocatori più ricchi in assoluto. In un'epoca in cui persino una società come il Real Madrid ha delle difficoltà a trovare uno sponsor per il propio stadio, i calciatori come Neymar sono invece corteggiatissimi da vari brand. 
Anche il brasiliano, come Ronaldo, è testimonial Nike, oltre che di aziende come la Guaraná Antartica, una delle bevande più bevute del Brasile. Funambolico nel dribbling e in grado di creare spesso superiorità numerica, l'attaccante paulista deve però ancora dimostrare di essere il fenomeno che può vincere le partite importanti da solo. 
Dopo essere andato via dal Barcellona per sposare il progetto del Paris Saint Germain, Neymar non è ancora riuscito a spiccare in contesti importanti, come ad esempio la Champions League o il Mondiale di Russia, dove il suo Brasile è stato fatto fuori dal Belgio ai quarti di finale. Tuttavia, il suo status di grande calciatore e di testimonial d'eccezione è riflesso dagli 81 milioni di euro annuali che entrano nel suo conto in banca, dei quali 49 arrivano direttamente dal club parigino, che si è svenato per averlo.

Questi tre emblemi del calcio mondiale sono la dimostrazione che oggi questa disciplina sportiva segue fedelmente le regole del business e del commercio. La globalizzazione e la liberalizzazione degli scambi sono alla base dell'ampliamento della sfera del business calcistico, un contesto che continuerà a crescere sotto l'egida del capitale, facendo prevalere sempre più spesso i soldi al talento. Il talento, però, si paga. Lo sanno bene Messi, Ronaldo e Neymar, ovvero i calciatori più pagati al mondo.

0 commenti: