Navigation Menu

A Livigno una piscina Olimpionica da 50 mt. per ampliare e completare il centro sportivo Active You


Nella giornata di ieri si è tenuta la conferenza stampa per ufficializzare l'accordo di programma tra Regione Lombardia e Comune di Livigno in vista degli imminenti lavori per la costruzione della nuova piscina olimpionica. Presenti al tavolo dei relatori il Sottosegretario con delega ai grandi eventi sportivi Antonio Rossi, l'Assessore a sport e giovani di Regione Lombardia Martina Cambiaghi, il Direttore Generale Sport e Giovani di Regione Lombardia Simone Rasetti, il Sindaco di Livigno Damiano Bormolini con il vicesindaco Remo Galli e il consigliere Samantha Todeschi oltre che al Presidente di Apt Livigno Luca Moretti e gli atleti Simona Quadarella e Marco Orsi.

"Quello della piscina Olimpionica è un progetto importante volto alla realizzazione di un Centro Sportivo Federale" afferma Antonio Rossi "dove gli atleti verranno coccolati e il turismo sportivo potrà usufruire di una struttura di altissimo livello. Per noi un sogno quando lo pensi rimane soltanto un sogno, ma quando viene condiviso con gli altri diventa un progetto, e la piscina da 50mt. di Livigno ne è un esempio concreto".

E' stata chiara sulle tempistiche Martina Cambiaghi, Assessore a sport e giovani di Regione Lombardia "la fine dei lavori è prevista per il 30 dicembre 2020 con il collaudo entro il 30 giugno 2021 aggiungendo così un ultimo importante servizio nel complesso sportivo di Aquagranda che già nell'estate 2019 vedrà l'inaugurazione della nuova pista di atletica".

"Per il Comune di Livigno è un progetto importantissimo" dice il Sindaco Damiano Bormolini "e siamo certi che la piscina olimpionica aiuterà ad incrementare ulteriormente gli allenamenti in altura e il turismo sportivo già in crescita negli ultimi anni. Federica Pellegrini è stata tra le prime a credere in Aquagranda per gli allenamenti in quota. Sicuramente la vasca lunga sarà un ulteriore passo avanti, consentendo a lei e ai suoi compagni di squadra di prepararsi in Italia evitando i lunghi spostamenti all'estero".

Come affermato dal Consigliere del Comune di Livigno Samantha Todeschi, sono 280 i ragazzi iscritti alla sezione nuoto di Livigno, numero che anche solo pochi anni fa era impensabile e fa certamente ben sperare. "Un euro speso nello sport è un euro speso bene" queste le parole del Vicesindaco Remo Galli, da sempre in prima linea per la promozione della pratica sportiva in paese.

La parola è passata infine a coloro che potranno beneficiare in prima persona di questa struttura, ovvero gli atleti della Federazione Italiana Nuoto presenti a Livigno per l'allenamento in altura dedicato ai velocisti. Oltre a loro anche il Circolo Canottieri Aniene, rappresentati dalla plurimedagliata Simona Quadarella la quale ha ribadito l'importanza di questo progetto per il nuoto "Io sono stata qui anche ad ottobre prima dei Mondiali in vasca corta, e posso confermare che Livigno porta bene. La vasca lunga è pane per i miei denti, e per noi l'allenamento qui è valorizzato anche dalle attività che si possono fare in paese nei momenti di svago".

Durante la conferenza non è mancato un accenno alla candidatura Olimpica Milano-Cortina 2026 "Livigno e Aquagranda svolgeranno un ruolo molto importante nel caso in cui ci venissero assegnate le Olimpiadi" afferma Antonio Rossi "accanto al Centro Sportivo sorgerà uno dei Villaggi Olimpici che verrà poi trasformato in una foresteria per gli atleti, dando continuità alla strada intrapresa da Livigno negli ultimi anni".

A conclusione della giornata, è stato ufficializzato anche il nuovo accordo tra l'area Fitness&Pool di Aquagranda e Jaked, azienda Lombarda che negli ultimi anni sta credendo fortemente nel movimento del nuoto. "I punti in comune tra Jaked e Aquagranda erano troppi per non farne nascere una partnership" queste le parole del Presidente di Apt Livigno Luca Moretti che aggiunge: "insieme abbiamo in serbo parecchie iniziative che andranno a valorizzare e promuovere il nuoto e l'allenamento in altura".

0 commenti: