Navigation Menu

UEFA - ECA intesa fino al 2024 con l’obiettivo di sviluppare ulteriormente ed evolvere il fair play finanziario e migliorare il calendario delle partite internazional

Il presidente della UEFA, Aleksander Čeferin, e il presidente dell’Associazione dei Club Europei (ECA), Andrea Agnelli, hanno firmato il rinnovo fino al 2024 del protocollo d’intesa, con l’obiettivo di sviluppare ulteriormente ed evolvere il fair play finanziario e migliorare il calendario delle partite internazionali dopo il 2024, al fine di garantire una maggiore armonizzazione e la separazione tra le competizioni di club e nazionali nonché alleggerire la pressione con periodi adeguati di riposo e allenamento per i giocatori. Il rinnovato accordo rafforza l'impegno di UEFA e ECA per proteggere l'integrità del gioco e preservarlo da flagelli come la violenza, le partite truccate e il doping.
Un altro obiettivo è la ‘Good governance’, sia a livello di federazioni che dei club. In questo senso, la UEFA conferma il suo impegno designando rappresentanti delle società in diversi suoi comitati, aumentando dunque la presenza dei club nelle strutture decisionali. Il premio finanziario per il contributo dei club al successo delle competizioni UEFA per nazionali è stato aggiornato includendo totalmente il ciclo delle competizioni fino a Euro 2024.

“Continueremo a lavorare a stretto contatto – ha dichiarato Čeferin - per promuovere ulteriormente, sviluppare e modellare il futuro del calcio in tutto il continente. Desidero ringraziare il direttivo dell’ECA e il suo presidente Andrea Agnelli per il modo costruttivo e collaborativo con cui hanno affrontato questo memorandum d'intesa a vantaggio del calcio europeo nel suo insieme”.


“Questo accordo – ha sottolineato Agnelli – rappresenta un momento importante nella storia del calcio europeo: pone l'ECA saldamente al centro del processo decisionale della UEFA, in un modo che riflette adeguatamente il contributo dei club allo sviluppo. Inoltre, stabilisce le basi e la struttura necessarie per garantire che, insieme alla UEFA, affrontiamo le sfide che si presentano per sostenere la sua continua crescita a lungo termine, che può essere raggiunta solo attraverso un impegno collaborativo e costruttivo tra le nostre due organizzazioni”

0 commenti: