Navigation Menu

Akron sigla l’accordo di licenza esclusiva con il Torino FC per la produzione e commercializzazione delle linee swimwear-beachwear

L’accordo di licenza tra AKRON, azienda leader nel settore swimwear/beachwear, e TORINO FC, società di grande prestigio e tradizione, tra le più storiche del panorama calcistico Internazionale, conferma la tendenza del brand Italiano a distinguersi nel mercato swimwear per la capacità di individuare partnership prestigiose e per la volontà di puntare ad una importante crescita a livello Internazionale.
 
La partnership tra AKRON e TORINO FC, che prevede un accordo di licenza esclusiva fino al 2022, prevede la produzione e la commercializzazione worldwide di collezioni swimwear e beachwear dedicate, sia per adulti che per bambini.
 
A fare da denominatore comune tra AKRON e TORINO FC ci sono la determinazione nel raggiungere obiettivi prefissati, la passione nel lavoro quotidiano e il DNA vincente. Ciò vale tanto nelle sfide più combattute sui terreni di gioco quanto nella produzione di costumi da nuoto che, espressa con dettagli artigiani e coniugata all’utilizzo di tecniche produttive innovative, evidenzia la filosofia e l’italianità del brand.
 
Domenico Fioravanti – Co-Owner e Direttore Marketing di AKRON – “Esiste da tempo una fascinazione nei confronti del TORINO FC, vuoi per la sua storia, per la sua tradizione o per la sua tifoseria. Per questa ragione abbiamo fortemente voluto questa partnership, perché rappresenta un ulteriore passo nel rafforzamento della strategia di “elevazione” internazionale del nostro brand. Si tratta di un partner molto prestigioso, che necessita di standard qualitativi elevati, in perfetta sintonia con tutti i prodotti AKRON. Questa operazione rafforza la nostra volontà di individuare mercati tra loro complementari, pur mantenendo ognuno la propria identità. Abbiamo “avvicinato” due degli sport più popolari in Italia: il nuoto e il calcio e la cosa mi rende molto orgoglioso perché si tratta di eccellenza, che è lo spirito che muove il nostro lavoro quotidiano”.

0 commenti: