Navigation Menu

Vademecum: come lavorare nel mondo dello sport


Sei un appassionato di sport come pochi al mondo, ti alleni dalla mattina alla sera, non hai mai fatto altro da quando sei piccolo. Oppure sei appassionato di sport, ma la tua attitudine atletica si limita agli spostamenti tra divano, frigorifero e scrivania. Che tu faccia parte della prima o della seconda categoria poco importa: lo sport non è solo sforzo fisico. 

Se hai il desiderio di lavorare nel mondo dello sport devi prima inquadrare il macro settore che fa al caso tuo: le attività sportive si organizzano in base alle diverse discipline, ma anche per livelli di competizione e prestazioni, ci saranno quindi società dilettantistiche e professionistiche, a seconda di ciò che sceglieremo dovremo aggiustare il tiro.

Attorno agli sportivi veri e propri, alle società, federazioni e organizzazioni che tutelano gli interessi delle categorie sportive e regolano le diverse discipline, ruota tutto un mondo di indotti legati al mondo dello sport, che quindi coinvolge tante professionalità, tutte differenti tra loro, tanto da richiamare anche l’attenzione della politica, che si occupa di sport con leggi e decreti.

Nello sport, quindi, non è fondamentale solo la prestazione atletica, ma anche che ogni ruolo del settore venga valorizzato dalle giuste conoscenze e competenze, in modo da tenere sempre alti gli standard. Quali sono le figure professionali che ruotano attorno allo sport e che formazione devono avere? Vediamo insieme un elenco delle principali professionalità e opportunità che offre questo mondo.

1- Manager di società sportive. In questo caso potrebbe essere utile prendere un Master in Management di società sportive, ne offre anche uno l’Università Telematica Unicusano: è l’ideale se già lavori e non hai il tempo per seguire corsi in un’università tradizionale.
2- Consulente legale, pensiamo a procuratori o i professionisti che stendono e analizzano i contratti di ingaggio o sponsorizzazione. In questo caso è necessaria una laurea in giurisprudenza e, in alcuni casi, l’abilitazione alla professione di avvocato.
3- Medico sportivo. È necessaria la laurea in medicina e chirurgia e una successiva specializzazione.
4- Fisioterapista di una squadra. Per questo mestiere occorre una laurea triennale in fisioterapia.
5- Statista dello sport. Non c’è un percorso lineare per accedere a questa professione, ci si può arrivare per diversi percorsi.
6- Specialista in sport marketing. Anche qua non sono richiesti titoli particolari, si può fare Economia, Scienze della Comunicazione o altri tipi di studio.
7- Psicologo specializzato nella preparazione degli atleti o life coach. Nel primo caso è necessaria  una laurea in psicologia, meglio se affiancata da corsi di specializzazione specifici. Nel secondo, dopo una laurea in diverse materie, si può scegliere di fare dei corsi specifici professionalizzanti proprio per life coach.
8- Organizzatore di eventi sportivi. In questo caso il titolo di studio è davvero indifferente, servirà tanta pratica e costanza sul campo.
9- Giornalista sportivo. Sicuramente è un mondo davvero difficile quello del giornalismo sportivo, ma con tenacia e buona volontà ci si può entrare e prendersi grandi soddisfazioni. Non c’è un titolo di studio necessario, è consigliabile una laurea in scienze della comunicazione o in giornalismo e prendere il tesserino da giornalista.

0 commenti: