Navigation Menu

Quando Caroline Wozniacki a 10 anni telefonò al CEO di adidas


Caroline Wozniacki è considerata la più forte tennista danese di tutti i tempi ed una delle più forti dell'era moderna.

Numero uno del ranking mondiale per 71 settimane, la carriera di Caroline è costellata di 30 titoli WTA, tra questi la vittoria agli Australian Open nel 2018. In carriera  ha conquistato un montepremi totale di 35,2 milioni di dollari. 

Caroline è un personaggio sia dentro che fuori dal campo. Arrivata al culmine del successo parallelamente al boom dei social media, l'atleta danese è riuscita ad utilizzarli da influencer prima ancora che questa parola diventasse di uso comune. 

Sin dai suoi inizi Wozniacki ha legato il suo nome a quello del brand di abbigliamento sportivo adidas e in particolar modo alla linea disegnata dalla stilista Stella McCartnery.

Ma come è iniziata una delle sponsorizzazioni più iconiche del tennis mondiale?

Con una semplice telefonata.

Caroline, figlia di atleti, suo papà giocava a calcio mentre sua madre a pallavolo, è sempre stata attratta dal mondo dello sport. Prima di dedicarsi al tennis ha provato anche a giocare a calcio, altra sua grande passione. 

A dieci anni il suo idolo era Martina Hingis, ma aveva una forte ammirazione per Anna Kournikova, ma in particolar modo per i suoi outfit e l'eleganza con cui la tennista russa li indossava. 

Anche Caroline voleva degli abiti sportivi così belli, ma i suoi genitori la persuasero per l'eccessivo costo. Il papà le consigliò di telefonare all'azienda e chiedere se erano disposti a sponsorizzarla. Piotr Wozniacki diceva sempre alla figlia "chiedere non costa nulla, al massimo ti dicono di no".

La piccola Caro prese in mano il telefono e chiamò la sede adidas e si fece passare il CEO di allora. Quest'ultimo fu enormemente colpito dalla loquacità e dall'autostima della bambina che decise di spedirgli gratuitamente numerosi capi di abbigliamento. 

In una recente intervista Wozniacki ha raccontato: "Era molto colpito (il ceo adidas ndr) dal modo in cui ero in grado di parlargli e da quanto fossi sicura delle mie capacità e di tutto. Fu sorpreso dal fatto che una bambina di 10 anni potesse chiamare e farsi valere. Furono così gentili da mandarmi dei vestiti per i prossimi anni".

Da allora Caroline non ha più smesso di indossare abbigliamento adidas. I suoi outfit presentati negli anni per i grandi eventi del Grande Slam sono diventati tra i più costosi tra le collezioni per il tennis, grazie anche alla linea creata appositamente per la danese, dalla stilista Stella McCartney. 




Nel 2018 è stata eletta dalla rivista Forbes la sportiva femminile più influente al mondo, divenendo così la prima atleta nella storia a entrare nella top ten delle donne più potenti del mondo in ambito sportivo.

L'Australian Open 2020 è stato l'ultimo torneo di Wozniacki. Il match del terzo turno contro Ons Jabeur è stato il suo ultimo incontro nel circuito WTA. 

Il 18 maggio 2020 si concederà un match di esibizione presso la Royal Arena di Copenhagen contro Serena Williams per poi lasciare definitivamente il tennis professionistico.

Giuseppe Berardi

0 commenti: